Wedding planner: chi è, cosa fa e come si diventa

Pazienza, gusto e creatività sono le caratteristiche che ogni wedding planner deve avere

Pazienza, gusto e creatività sono le caratteristiche che ogni wedding planner deve avere. Ma chi è questa figura e cosa fa? E, soprattutto, come si diventa organizzatore di matrimoni? Il giorno delle nozze è considerato uno dei più importanti e gli sposi, in genere, desiderano che ogni dettaglio di questo evento sia perfetto, impeccabile e che tutto fili per il verso giusto. Essere i protagonisti delle proprie nozze, però, vuol dire non riuscire a seguire ogni singolo aspetto e coordinare al meglio ogni momento. A tal proposito è utile la figura del wedding planner, ma non solo!

Il wedding planner è il fantasma che muove fili sottili per far sì che tutto sia semplicemente perfetto, come lo avete sempre sognato!

Chiunque creda di essere un organizzatore perfetto, una persona dotata di gusto e pazienza, di creatività e stile e soprattutto di grande empatia, può tentare questa carriera. Vediamo nel dettaglio chi è la wedding planner, cosa fa, quali sono gli obiettivi, quanto guadagna e quali corsi seguire per intraprendere questo lavoro.

Chi è la wedding planner?

La wedding planner è una figura professionale che si occupa dell’organizzazione parziale o completa di un matrimonio.

Cosa fa la wedddin planner?

Definisce tutti i punti basilari dell’evento dopo aver parlato con gli sposi e identificato i loro desideri, gusti e il budget. Uno dei requisiti fondamentali, che spesso non emerge, è il rispetto del budget. La brava wedding planner definisce quanto spendere per ogni singola voce di spesa, in base alla reale offerta e quanto gli sposi vogliono più o meno investire su quel dettaglio. Quindi, la wedding planner è capace anche di organizzare matrimoni low cost, se è davvero brava. In fondo, con un gran dispendio di denaro, non è poi così complicato organizzare qualcosa di sublime!

Una volta definito il piano d’attacco, deve tessere la tela proponendo e realizzato partecipazioni, bomboniere e allestimenti floreali, stile della torta e degli abiti degli sposi, accessori, acconciatura e trucco per la donna, auto e musica e, in genere, tutti i tipi di intrattenimento. Può anche aiutare nella gestione dei documenti, di possibili richieste di autorizzazioni e molto altro ancora.

Queste sono le principali competenze che una wedding planner deve avere:

Quanto guadagna un wedding planner?

In genere dai mille euro in su, ma molto dipende dal tipo di matrimonio, dai compiti che deve svolgere, del suo effettivo coinvolgimento e dalla sua fama. Più è famosa, più rappresenta una garanzia, più soldi può chiedere!

Come si diventa wedding planner?

Non esiste un corso di laurea, quindi ogni persona può diventare wedding planner, considerando sempre i requisiti di base, come pazienza, stile e creatività. Detto ciò, le strade sono due – e l’una non esclude l’altra – ovvero fare esperienza affiancando un wedding planner fatto e finito, così da apprendere tutti i suoi segreti, e seguire un corso di base e, in seguito, quelli di specializzazione (ad esempio, come fare allestimenti floreali).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non ci sono molti corsi a Pescara per diventare wedding planner, perché in genere sono organizzati nelle grandi città, come Roma e Milano. Tuttavia abbiamo trovato la possibilità di iscriversi alla Cna Pescara, che organizza annualmente lezioni. In alternativa, potete iscrivervi a corsi online per diventare wedding planner.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso di addetto all’immissione e alla gestione digitale dei dati: formazione gratuita e online

  • Corso Aso 2021: aperte le iscrizioni per diventare assistente alla poltrona di studio odontoiatrico

  • Università, immatricolazioni in Italia sotto la media europea: il rapporto Agi-Censis

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento