rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Teatro Centro / Via Caduta del Forte, 13

Virginia Raffaele, Toni Servillo e D'Angelo a Pescara per la stagione della Baltimore

Si inizia mercoledì 25 ottobre con l’istrionica attrice, imitatrice e conduttrice che presenterà lo spettacolo “Performance”, che ha già fatto registrare il sold-out in tutti i teatri. Da non perdere, appuntamento al Massimo

Torna la stagione teatrale 2017/2018 del Teatro Massimo di Pescara organizzata anche quest’anno dalla Baltimore Produzioni. Tutti gli spettacoli si terranno alle ore 21. Grandi nomi previsti all’interno del calendario.

Si inizia il 25 ottobre con Virginia Raffaele: l’istrionica attrice, imitatrice e conduttrice presentera’ lo spettacolo “Performance” che ha già fatto registrare il sold-out in tutti i teatri. In “Performance”, Virginia Raffaele passa in rassegna e “racconta”, attraverso il suo stile e la sua tipica lente deformante e irriverente, personaggi popolari come Ornella Vanoni, Belen Rodriguez, Donatella Versace (per citarne solo alcuni) enfatizzandone le principali manie. Lo spettacolo è un vero e proprio “one-woman-show” che scorre tra monologhi esilaranti e dialoghi surreali con la vera Virginia Raffaele.

Si prosegue il 21 e 22 novembre con American Buffalo di David Mamet, con Marco D’Amore, il popolare attore protagonista della serie Sky “Gomorra”. Un grande classico, che come tutti i grandi classici, costruisce un ponte tra la realtà che racconta e le visioni possibili che è in grado di generare: un ponte che parte da Chicago e arriva fino a Napoli, tra vicoli e “puteche” in cui ancora è possibile ritrovare ciò che è descritto nel testo. “American Buffalo” è storia di fallimento, sconfitta perlopiù annunciata e voluta, posta come destino ineluttabile. Tre esseri umani e un improbabile piano, destinato al fallimento, ma al quale si attaccano con le unghie pur di non rinunciarvi. È anche desiderio di rivalsa, di vita anche a costo della vita altrui.

Il 18 dicembre sarà la volta del pittoresco spettacolo “New Magic People Show” con Enrico Iannello e Toni Laudadio, commedia nera tratta dal tragicomico romanzo di Giuseppe Montesano, che evidenzia vizi e manie dell’Italia malata degli ultimi anni, in un crescendo che mescola l’opera buffa e il dramma, composto da ridicoli mostri drogati dal sogno del denaro, di prigionieri illusi di essere liberi, di gaudenti che hanno seppellito la passione e l’amore.

Il 20 febbraio 2018 toccherà poi a Toni Servillo, grande attore napoletano salito alla ribalta grazie a “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino. “Toni Servilo legge Napoli” è un viaggio nella città dai mille volti e mille contraddizioni, nella quale da sempre convivono vitalità e immoralità. Napoli prende vita nella voce di Toni Servillo, grazie alle parole (tra gli altri) di Salvatore Giacomo e Ferdinando Russo, Eduardo De Filippo e Antonio De Curtis.

L’8 marzo 2018 ci sarà “4 donne e una canaglia”, divertente commedia da un testo di Pierre Chesnot, con Gianfranco D’Angelo (impossibile dimenticare gli sketch comici degli anni ‘80, dalla partecipazione a Drive In a tanti film di genere del periodo), Marisa Laurito, Corinne Clery e Barbara Bouchet. La “Canaglia” (“maschio crudele”) non rinuncia alla sua vita impenitente, collezionando moglie, ex-moglie, amante ed ex-amante. Ma un nuovo piano progetto della Canaglia andrà a sconvolgere il ménage (apparentemente) tranquillo, secondo gli esilaranti canoni della commedia degli equivoci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virginia Raffaele, Toni Servillo e D'Angelo a Pescara per la stagione della Baltimore

IlPescara è in caricamento