“Era una notte che pioveva” al Florian Espace sabato 21 e domenica 22 maggio

  • Dove
    Florian
    Via Valle Roveto, 39
  • Quando
    Dal 21/05/2016 al 22/05/2016
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Intero € 10; ridotto € 8; professionale € 6 (per artisti e per gli allievi delle scuole di teatro convenzionate)
  • Altre Informazioni

Sabato 21 maggio alle ore 21 e domenica 22 maggio alle ore 18 per “La Storia si fa Teatro” al Florian, nel Centenario della Grande Guerra, andrà in scena “Era una notte che pioveva”, spettacolo di Gian Marco Montesano con Giulia Basel e Umberto Marchesani.

Il nuovo lavoro del Florian Metateatro dedicato alla Prima Guerra Mondiale debutta non a caso in prossimità del 24 maggio: “Era una notte che pioveva”.

L’Italia e l’Europa in conflitto. Il riaffiorare, dopo cent’anni, di un ricordo lontano ma inquieto. La Prima Guerra Mondiale. Per fare memoria di una umanità spezzata, tragicamente sofferente ma quasi sempre assolutamente dignitosa. Una umanità assunta al maschile e al femminile nel contempo, visione non consueta trattandosi della “narrazione” di storie e fatti di soldati.

Due interpreti, l’Alpino e la Crocerossina. Le lettere e i diari. E la luce emersa dall’orrore delle trincee: la scrittura. Milioni di lettere scritte da chi non sapeva scrivere, soldati d’ogni luogo che, nell’analfabetismo largamente diffuso lungo i 40.500 Km di trincee scavate, torcendo e inventando grammatiche, mettendo in croce i segni di scrittura trovarono l’unico sollievo al peso tremendo della loro croce fisica.

Donne colte, le Crocerossine, che scrivono diari per ricordare le sofferenze dei più umili tacendo le proprie, e i loro feriti che generano una scrittura come il balbettare del corpo sofferente, solo per “far sapere a casa” che “tutto va bene”. Donne, uomini e 40 milioni di animali (cavalli, muli, cani e piccioni viaggiatori) morti in battaglia al servizio delle truppe.

“Era una notte che pioveva e che tirava un forte vento”, dice la canzone degli Alpini, e così questo progetto che non pretende di soffiare come vento della Storia ma, semplicemente, ritornare puntuale come vento del ricordo.

Domenica dopo lo spettacolo, per “Incontri a teatro”, seguirà un colloquio con la compagnia a cura di Paolo Verlengia. E’ consigliata la prenotazione.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Atletica, nel weekend allo stadio il 1° meeting 'Città di Pescara'

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
    • Stadio Adriatico "Giovanni Cornacchia"
  • Arancini al kimchi e calamari ripieni, il super food coreano sbarca nelle cucine italiane

    • Gratis
    • dal 16 aprile al 8 maggio 2021
  • "Il dolore cronico: diagnosi e terapia", incontro on line

    • Gratis
    • 22 aprile 2021
  • Memorial Mario Parmegiani a Popoli: il programma

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    IlPescara è in caricamento