Antonio Mancini narra "il Mondo di Mezzo" dalla Banda della Magliana a Mafia Capitale

All’interno della rassegna “IncontrARTI”, presso il Cantiere Teatrale Adriatico di Pescara, va in scena un progetto avviato la scorsa estate dal regista e attore pescarese Milo Vallone e l’ex boss della Banda della Magliana Antonio “Nino” Mancini: la narrazione, sotto forma di teatro civile, di un lungo processo che va dalle gesta criminali delle batterie romane, fine anni ’70, poi confluite nella Banda della Magliana e, dalle quali nacquero le basi di quella che oggi viene definita Mafia Capitale.

Proprio nei giorni in cui uno dei maggiori incriminati per le vicende di Mafia Capitale, Salvatore Buzzi, dichiara che l’appalto da 45 milioni di euro complessivi per il Cup (il centro unico di prenotazione delle prestazioni sanitarie del Lazio) “è stato un accordo politico tra la maggioranza rappresentata da Zingaretti e l’opposizione di Storace”, Vallone porta nuovamente in scena questo incontro/spettacolo di testimonianza e denuncia.

Le connivenze di quelle organizzazioni criminali con la politica, la massoneria, i servizi segreti, hanno lasciato traccia anche nei giorni nostri segnando inevitabilmente la storia della Città Eterna in questi 40 anni. La testimonianza diretta di chi ha vissuto quegli anni così difficili, fornisce interessanti spunti di riflessione e ci aiuta a capire meglio anche l’attuale contesto socio-politico romano e dunque: italiano.

Il tutto attraverso una formula di cui l'attore e regista pescarese è pioniere già da qualche anno e che ha chiamato "progetto CineprOsa", ossia la commistione dei linguaggi cinematografici e teatrali: il cine-spettacolo vede come protagonisti, per la parte cinematografica, importanti personaggi del mondo dell'arte e della cultura italiana come la giornalista di Rai Tre e conduttrice da più di un decennio di "Chi l'ha visto?" Federica Sciarelli, la nota criminologa Imma Giuliani e le gradite partecipazioni di due grandi attori come Alessandro Haber e Giorgio Caputo, quest’ultimo nel ruolo del “ricotta”, personaggio ispirato proprio a Nino Mancini, nella fortunata serie televisiva “Romanzo Criminale”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "A fondo", anteprima nazionale al Florian Espace

    • dal 29 ottobre al 1 novembre 2020
    • Florian Espace

I più visti

  • Halloween al ristorante "La rotonda" di Villanova di Cepagatti

    • 31 ottobre 2020
    • Hotel Ristorante La Rotonda
  • La galleria 'Vistamare' ospita la prima personale di Polys Peslikas

    • Gratis
    • dal 12 ottobre 2020 al 12 febbraio 2021
    • Vistamare
  • La mostra “Materialismo Cannibale” al 16 Civico

    • Gratis
    • dal 16 ottobre al 7 novembre 2020
    • 16 Civico
  • Cena con delitto tra i vampiri al Ventonotturno di Montesilvano

    • 31 ottobre 2020
    • Ventonotturno
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    IlPescara è in caricamento