Martedì, 26 Ottobre 2021
Eventi

Scuola: termina il progetto ‘Professione sicurezza’, capofila è l'Itc Acerbo

L'iniziativa giunge a conclusione con un evento che si terrà venerdì 13 maggio alle ore 10 presso la sala consiliare del Comune di Pescara. Coinvolti oltre 1300 soggetti

Venerdì 13 maggio alle ore 10, presso la sala consiliare del Comune di Pescara, si terrà l’evento conclusivo del progetto "Professione sicurezza", vincitore del bando nazionale Indire “Memory Safe”, realizzato in rete dall’Istituto Tecnico Statale ‘Tito Acerbo’ di Pescara, scuola capofila, IIS A. Volta e IC G. D’Annunzio di San Vito Chietino, Agenzie Formative Stone e AS.SI.DA.L, UNICAM.

Gli studenti delle istituzioni scolastiche della rete, coordinati dai docenti e dai formatori, presenteranno le loro esperienze e i prodotti realizzati nel percorso progettuale. La rete interistituzionale, con capofila l’Itc Acerbo, è risultata vincitrice del Bando ”Memory Safe”, un’iniziativa finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, patrocinata dal Ministero dell’Istruzione e realizzata dall’Indire (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa) che intende promuovere, sostenere e diffondere la cultura della sicurezza tra gli studenti.

L’iniziativa ha visto la presentazione di 203 proposte progettuali, il coinvolgimento di oltre 1300 soggetti tra scuole, Enti e organizzazioni, la partecipazione di 15 regioni, 41 sono risultati i progetti vincitori. Attraverso il Progetto “Professione sicurezza” gli alunni delle tre scuole coinvolte, che saranno i futuri cittadini lavoratori, hanno migliorato le conoscenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro e acquisito la consapevolezza della rilevanza del valore culturale della salute e sicurezza sul lavoro.

Centoquaranta studenti dei due Istituti Tecnici hanno conseguito anche la specifica attestazione relativa Corso di formazione per i lavoratori ai sensi dell’articolo 37, comma 2 del D.Lgs. 09 aprile 2008 n. 81 e successive modifiche e integrazioni, realizzato in conformità con la conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011 della durata 16 ore (rischio alto).

Il progetto ha previsto, oltre alla specifica formazione per lavoratori, una serie di attività laboratoriali coinvolgenti e didatticamente molto innovative, svolte in orario extracurricolare con docenti esperti interni ed esterni. Gli studenti, alla fine del percorso, hanno avuto modo di vistare alcune aziende per rilevare le modalità di attuazione delle normative studiate.

In particolare la FATER di Pescara ha aperto le porte a 80 studenti del Tito Acerbo per una visita guidata dal RSPP che ha illustrato il complesso piano di sicurezza di una grande struttura industriale. Attraverso tutte queste esperienze formative gli studenti hanno potuto così interiorizzare la teoria e realizzare nella pratica percorsi di apprendimento che li hanno portati anche a realizzare dei prodotti concreti.

Si va dai materiali multimediali raccolti in alcuni dvd, alla realizzazione di uno spot cinematografico, a siti web tematici, ad App innovative, funzionali a supportare la gestione della sicurezza, fino ad arrivare alla progettazione di un dispositivo tecnologico utilizzabile concretamente dai lavoratori per salvaguardare la sicurezza individuale.

Il successo di questo progetto, che ha impegnato gran parte dell’anno scolastico, testimonia come la sinergia tra scuola e territorio, incentrata su problematiche concrete, è uno dei migliori strumenti per motivare i giovani allo studio, creando un reale aggancio tra la formazione scolastica e il mondo del lavoro e dando loro concreti strumenti di accesso alla diversificata e complessa realtà che dovranno affrontare a conclusione del loro percorso scolastico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: termina il progetto ‘Professione sicurezza’, capofila è l'Itc Acerbo

IlPescara è in caricamento