Lunedì, 21 Giugno 2021
Eventi

Il Premio Mogol giunge alla sua terza edizione

E' stata presentata a Silvi la terza edizione del Premio Mogol, un evento artistico che da tre anni ricorda il lavoro dell'illustre cittadino onorario di Silvi, autore delle più belle canzoni della musica italiana

E' stata presentata a Silvi la terza edizione del Premio Mogol, un evento artistico che da tre anni ricorda il lavoro dell'illustre cittadino onorario, autore delle più belle canzoni della musica italiana.

Un appuntamento annuale che elogia la Canzone Popolare Italiana e che in pochissimi anni si è affermato in tutto il panorama musicale italiano suscitando l'interesse di molti. Questo spiega come mai sono aumentate considerevolmente le richieste d'iscrizione da parte di giovani talenti.  

Ma soltanto sei di loro sono stati scelti per esibirsi a Silvi, dinanzi al maestro Giulio Rapetti, in arte Mogol che presiede la giuria. Gli altri membri della giuria sono il critico musicale Dario Salvatori, lo scrittore Massimo Cotto. Sarà presente anche Germano D’Aurelio detto N’duccio che assieme a Dario Salvatori, guiderà la serata presentandola dal palco.

I nomi dei sei fortunati finalisti sono: Giuliano Campoli di Veroli (FR) con la canzone “Libera”; Elisa Casile di Asti con “Orchidee”, Mario Cianchi di Grosseto con “Buona Fortuna”, Chiara Izzi di Campobasso con “Via di qua”; Michela Di Ciocco di Fano con “In Trasparenza” ed Eliana Tumminelli di Roma che canterà “Il formicolaio”. In palio due borse di studio del Centro Europeo di Toscolano (CET), prestigiosa scuola per autori e musicisti fondato dal Maestro Mogol.  

Come si sa, il Maestro Mogol è affezionatissimo al paese di Silvi dove veniva a villeggiare spesso. I suoi legami con la città risalgono a prima di quel famoso anno in cui Gianni bella portò al Festival di Sanremo, una canzone che si chiamava La Fila degli Oleandri: correva l'anno 1991.

Uno scritto autobiografico potremmo dire. In questo testo il Maestro parlava di un lungomare profumato di oleandri che sin da ragazzo egli percorreva per raggiungere il mare.
Come ricorda lo stesso Maestro Mogol, fu proprio Silvi ad ispirarlo per "La Canzone del Sole". Da lì partì tutto: la cittadinanza onoraria e poi la creazione del festival”. Il sindaco Gaetano Vallescura, invece, ha ricordato “la persona intelligente e sensibile che è il Maestro Mogol legato all’Abruzzo e Silvi nell’anima. Speriamo sempre che da questo festival esca fuori una promessa, un cantante dalle belle speranze che possa andare lontano, ed è per questo che bisogna puntare sul festival che è un vanto per Silvi ma anche per l’intera regione.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Premio Mogol giunge alla sua terza edizione

IlPescara è in caricamento