Martedì, 23 Luglio 2024
Eventi Montesilvano

Un Ponte per il Senegal unisce l'Africa a Montesilvano

Anche quest'anno l'amministrazione comunale ha voluto favorire l'integrazione tra i Senegalesi presenti sul nostro territorio ed i cittadini italiani che conoscono davvero poco del culture centro africane

Anche quest'anno il fortunatissimo incontro "Un Ponte per il Senegal" ha visto la partecipazione di tantissime persone italiane e straniere. L'incontro si è svolto sabato scorso all’Acqua Disco Splash  di Montesilvano.

Erano infatti presenti ben 300 Senegalesi giunti da tutta la regione a testimonianza della necessità di integrazione che gli uomini provenienti dall'Africa sentono. Per loro infatti è importante offrire ai cittadini italiani stralci di quella cultura che li unisce alla loro terra dove, molti, non possono tornare: chi per ragioni economiche, chi per motivi politici, chi invece per studio.

Tutti condividono il comune destino di lavorare e offrire la loro vita all'Italia e questo gesto assolutamente umano e civile deve essere rispettato e condiviso. Questo il messaggio che emerge dall'incontro.  

I Senegalesi hanno condiviso momenti ludici, di festa, con musica e danze che non hanno potuto non coinvolgere anche i cittadini che assistevano. Il Sindaco Cordoma ha ribadito che l’Amministrazione comunale ha da sempre promosso le varie attività culturali della comunità senegalese all’interno del territorio di Montesilvano per favorire l’integrazione e il rispetto della legalità.  

Al forum, organizzato dall’Asim (Associazione senegalese per la solidarietà degli immigrati di Montesilvano), con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, oltre al sindaco Pasquale Cordoma e all’assessore al Turismo Claudio Di Emanuele, sono intervenuti: l’ambasciatore del Senegal Cheikh Saad Bou Fall, il senatore Mass Thiam, il console Tullio Galluzzi e il presidente dell’Asim Beye Ablaye. Nel corso dell’evento, oltre ai vari saluti delle autorità, è stato  proiettato un documentario sulla storia e le tradizioni popolari in Senegal.  

Non è mancato durante l'incontro un pensiero per Ndjaga Gaye, presidente della Consulta dei Migranti del Comune di Pescara, scomparso prematuramente nel 2008.

Un assaggio di cultura non è mancato nemmeno in ambito culinario in quanto i senegalesi hanno offerto un assaggio delle loro pietanze oltre all'esposizione dei loro manufatti artigianali tipici delle loro calde terre. La musica e la danza hanno accompagnato gli stanti fino all'alba proprio come avrebbero fatto i Senegalesi nella loro terra.

Ponte per il Senegal Montesilvano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Ponte per il Senegal unisce l'Africa a Montesilvano
IlPescara è in caricamento