rotate-mobile
Cultura Centro / Via Pizzoferrato, 1

Pescara, il "turismo religioso esperienziale" per attirare turisti in Abruzzo tutto l'anno

Al fine di sviluppare in Abruzzo un turismo valido per tutte le stagioni, si è svolto un convegno sabato 19 gennaio nell'Aula Magna dell'Istituto Tito Acerbo, organizzato dalla scuola in collaborazione con il Centro Turistico Aps Tree

Con l'avvento del Terzo Millennio l'idea di viaggio organizzato è sempre più soppiantata dal concetto di “Turismo Esperienziale” con turisti che per opportunità, ragioni economiche e facilità di reperimento di informazioni in rete, organizzano attivamente e autonomamente viaggi “personalizzati”, "fai da te", in base ai propri bisogni e alle tipicità del territorio che si decide di visitare, passando sempre meno per la classica agenzia di viaggi o per le strutture turistiche.

A tal proposito, al fine di sviluppare in Abruzzo un turismo valido per tutte le stagioni, si è svolto la mattina di sabato 19 gennaio nell'Aula Magna dell'Istituto Tito Acerbo di Pescara un convegno sul “Turismo Religioso Esperienziale”, organizzato dalla scuola in collaborazione con il Centro Turistico Aps Tree, rappresentato da Paolo D'Intino e David Giovannoli.

All'evento, introdotto dalla Dirigente Scolastica Annateresa Rocchi e moderato da Licio Di Biase, componente del direttivo del Parco Nazionale della Maiella, hanno partecipato tra gli altri, oltre che ovviamente gli studenti delle classi interessati:

  • il presidente del network turistico Civaturs, Luigi Gnassi
  • l’Assessore Regionale all’Istruzione Marinella Sclocco
  • Francesco Di Filippo del Dipartimento regionale Turismo, Cultura e Paesaggi 
  • Cristiano Vignali di Abruzzo Tourism
  • Daniela Di Gioia di Skyline Pescara

Nel corso del convegno sono stati illustrate 12 ragioni che potrebbero rendere l’Abruzzo una vera e propria “culla della Cristianità”, destagionalizzando il turismo.

Infine è stato presentato il progetto di alternanza scuola/lavoro che ha visto costituirsi il gruppo dei “Tremendi”, formato dagli studenti della “classe III E” a indirizzo turistico, guidati dalla prof.ssa Meale, al fine di creare per motivi di studio un’agenzia di incoming che promuova il turismo religioso esperienziale abruzzese nel mondo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, il "turismo religioso esperienziale" per attirare turisti in Abruzzo tutto l'anno

IlPescara è in caricamento