menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Cetteo, il Comune di Pescara conferirà una benemerenza a Pescara del Tronto

Pescara del Tronto riceverà una benemerenza durante la Cerimonia di San Cetteo. Il sindaco Marco Alessandrini: "Un abbraccio ufficiale in segno di solidarietà, amicizia e attenzione"

Lunedì 10 ottobre ci sarà una presenza speciale al Municipio di Pescara, oltre agli 8 nomi che verranno insigniti delle alte benemerenze dei Ciattè e Delfini d’Oro che verranno consegnate dalle ore 11 in poi durante la seduta di consiglio comunale convocato in forma solenne.

L’Amministrazione comunale, infatti, ha voluto invitare una rappresentanza del Comune di Arquata del Tronto, dove si trova Pescara del Tronto, la località in nome della quale la Città di Pescara ha avviato una pubblica sottoscrizione per raccogliere fondi da destinare a un progetto di ricostruzione.

“Appena dopo il terremoto ci siamo messi subito in contatto con il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci per stabilire un ponte solidale con Pescara del Tronto – così il sindaco Marco Alessandrini – Lunedì faremo un altro passo, accorciando ancora di più le distanze, attraverso un pubblico attestato di amicizia e solidarietà verso il centro a cui ci lega questa casuale assonanza.

A pochi giorni dal sisma abbiamo predisposto un conto corrente per raccogliere fondi che decideremo insieme alla gente di Arquata e Pescara del Tronto come spendere, una volta raggiunta una cifra capiente e, al contempo, abbiamo fatto un appello alle forze economiche cittadine perché partecipino con noi a tale fine.

Inoltre stiamo sostenendo anche altre iniziative nate spontaneamente dalla nostra comunità, perché questa unione attraverso il nome diventi un legame per costruire futuro e speranze che oggi sembrano più lontane da realizzare. Domani, domenica 9 ottobre, alle ore 21, nell’ambito delle iniziative collegate al Mese dell’Affido, presso l’Auditorio Flaiano si svolgerà lo spettacolo “Le pillole d’Ercole”, Commedia teatrale di Hennequin e Bilhaud, a cura della Compagnia Teatrale “Palcoscenico 95”. Un evento che nasce per promuovere la campagna di informazione e sensibilizzazione all’istituto dell’affondo familiare e che sposa la solidarietà a favore delle popolazioni colpite del terremoto. Gli incassi della serata, il cui biglietto costa 10 euro (ingresso gratuito per bambini fino a 12 anni), saranno devoluti ai territori e ai centri di Arquata del Tronto e Pescara del Tronto colpiti dal terremoto lo scorso 24 agosto.

Lunedì ci prepariamo ad accogliere la Municipalità consegnando ai suoi rappresentanti per ora la nostra disponibilità ad andare avanti verso la ricostruzione e speriamo al più presto un contributo concreto che porti a Pescara del Tronto un po’ dell’altra Pescara, la nostra”.

Questo il Conto Corrente già attivo su cui si possono versare delle donazioni, intestato a Comune di Pescara, con la causale “Pescara del Tronto”.

IBAN: IT64 B076 0115 4000 0009 5839 338

oppure

c.c.p.: 95839338

Riepilogo dei premiati

Sono 6 i Ciattè d’Oro, due alla memoria, mentre sono 2 i Delfini d’Oro che sono stati individuati dalla Commissione dei Saggi che da sempre accompagna i riconoscimenti che il sindaco consegnerà a personalità pescaresi e non solo pescaresi che si sono distinte per aver onorato e promosso la città con le proprie storie sia personali che professionali.

Ciattè d’Oro:

  •          Alla professoressa Gabriella Albertini, voce ella cultura cittadina e della scuola
  •          All’ex Provveditore Sandro Santilli che ha accompagnato diverse generazioni di studenti attraverso i cambiamenti di questo mondo importante e sensibile
  •          A Giacomo D’Angelo, non solo saggista e animatore della vita culturale della città, ma anche sindacalista e interlocutore per le parti sociali.
  •          A Renato Minore, scrittore, giornalista e poeta che ha sempre mantenuto un contatto stretto con la città e la sua vita culturale, non ultimo attraverso i Premi Flaiano.

 

Ciattè alla memoria

  •          A Paride Pozzi, architetto che ha vissuto la rinascita e la transizione d’Abruzzo e di Pescara
  •          Al professor Restituto Ciglia un Ciattè che fino all’ultimo si è sperato di poter consegnare nelle mani di un uomo che ha incarnato fino a qualche giorno fa sia il valore della cultura, che la passione per l’arte e per la formazione dei giovani al bene prezioso della memoria.

Due saranno invece i Delfini d’Oro:

  •          Al comandante della Capitaneria di Porto Enrico Moretti, sostanziale e sentito grazie per la grande disponibilità dimostrata nella lotta all’inquinamento del fiume e del mare e per la sicurezza e il futuro del porto
  •          Al presidente del CONI Giovanni Malagò, come motore presente e concreto in occasione dei Giochi del Mediterraneo sulla Spiaggia e di altri eventi sportivi che hanno avuto come baricentro Pescara.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Attenzione al razzo cinese: l'ironia corre sul web [FOTO]

Attualità

Prenotazioni vaccini per la fascia 50-59 anni al via, ecco come fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento