Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cultura Lettomanoppello

Con le "10 Giornate in Pietra 2021" Lettomanoppello diverrà la città dei murales in pietra

In questa edizione ci sarà la presenza di uno special guest: Felice Tagliaferri, artista non vedente, di fama internazionale. Attorno alla sua figura è stato elaborato tutto il progetto

La conferenza stampa di presentazione

Con le ”10 Giornate in Pietra 2021″ Lettomanoppello diverrà la città dei murales in pietra. Tutto pronto per l'evento che si svolgerà dal 18 al 29 agosto a Lettomanoppello “Città della Pietra” della Maiella, con la direzione artistica del riconfermato Stefano Faccini, il coordinamento dell’assessore al turismo Arianna Barbetta e del dottor Giuseppe Ferrante e la consulenza del professor Giacinto Di Pietrantonio, critico e curatore d’arte, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Tematica di questa edizione sarà “Maiella Bianca e Maiella Nera” per mettere in risalto le due facce della montagna madre, quella ‘bianca” della lavorazione della pietra alla luce del sole da parte di scalpellini e scultori e quella “nera” dei minatori che lavoravano nelle cavità sotterranee. Dicotomia messa in risalto proprio per celebrare e mettere in risalto il riconoscimento di Geoparco Unesco del Parco Nazionale della Maiella.

In questa edizione ci sarà la presenza di uno special guest: Felice Tagliaferri, artista non vedente, di fama internazionale. Attorno alla sua figura è stato elaborato tutto il progetto con il concetto principale delle luci e delle ombre, vedo non vedo, per stimolare all’esperienza tattile della pietra . Ad affiancarlo ci saranno 5 artisti internazionali, che hanno risposto al bando e sono stati selezionati da una giuria tecnica e popolare, i cui nomi sono stati resi noti nel corso della conferenza stampa e sono scultori di spicco nel panorama artistico italiano e straniero: Claudia Zanaga, Giuseppe Colangelo, Luca Marovino, Michele Montanaro, Yunmi Lee. Inoltre non mancherà la presenza di due maestri scalpellini locali, Francesco Gigante e Gianni Alberico. Altra novità di quest'edizione è la partecipazione di 2 ragazzi delle accademie al simposio, con una loro opera, saranno Giorgia Tiberio dell'Accademia di Belle Arti di Napoli e Matteo Marovino dell'Accademia di Belle Arti di Carrara.

Le 9 opere realizzate saranno degli altorilievi che andranno ad addobbare il centro storico del paese e consentiranno che Lettomanoppello diventerà il primo borgo del mondo con Murales in Pietra. La manifestazione prevede vari eventi, iniziative ed attività: incontri istituzionali e commemorativi, conferenze e narrazione di racconti, simposio con la realizzazione e montaggio di opere, attività turistiche e teatrali, un laboratorio della pietra aperto a tutti che creerà un’opera collettiva, aperitivi in pietra con gli interventi di Alessandro Lucci e Letto… a teatro, un mercatino dei prodotti tipici e artigianali fra le strade del paese e diversi eventi musicali e teatrali. La manifestazione vedrà coinvolte le varie Associazioni locali come i Pensionati Lettesi, Letto a teatro, Donna e..., Athena Arti e Mestieri, la Pro Loco Tholos, Majella Bike Adventures e Per la Majella, che impegnati in settori diversi, daranno vita alla manifestazione.

L’evento è finanziato dalla Regione Abruzzo, con il contributo di tante attività locali e non, e patrocinato dal Parco Nazionale della Maiella, dal museo Omero di Ancona, dal dipartimento del turismo della regione Abruzzo, borghi più belli d’Italia Abruzzo-Molise, centro culturale studi storici di Olevano sul Tusciano (Sa), Comune di Pescara, Associazione Nazionale Città delle Grotte, Consolato onorario d’Italia in Bulgaria,? Gal terre pescaresi, museo delle genti d’Abruzzo e FAI delegazione di Pescara?. L’evento è inoltre patrocinato da ben 20 Comuni del Parco Nazionale della Maiella, tra cui Sant’Eufemia a Maiella, con cui si è già avviata una collaborazione nell’evento “Fiabosco” che ha portato la nascita di opere che sono state posizionate nel boschetto di Sant’Eufemia. Questo può essere solo l’inizio di un progetto univoco di valorizzazione della pietra bianca della Maiella, con Lettomanoppello “Città della Pietra” come capofila.

Simone D'Alfonso, sindaco di Lettomanoppello, ha voluto "ringraziare tutti coloro che stanno permettendo sempre qui a questo evento di essere conosciuto non solo a livello nazionale, ma anche internazionale. Inoltre ringrazio le associazioni e i Comuni della Maiella patrocinanti e il Parco Nazionale della Maiella, nella persona del suo presidente Lucio Zazzara". Vincenzo D'Incecco, capogruppo della Lega in consiglio regionale, si è detto "orgoglioso che gli sforzi a livello regionale si siano trasformati in questo evento che ogni anno cresce sempre di più e che quest'anno vede anche il patrocinio di ben 20 Comuni del Parco Nazionale della Maiella e dell'Ente Parco".

Per Giacinto Di Pietrantonio "quest'anno le 10 Giornate in Pietra cambiano pelle e le opere del Simposio verranno scolpite in bassorilievo, in modo tale che potranno fungere da murales per le vie del borgo e Lettomanoppello da Città della Pietra diventerà anche pressoché l'unica città al mondo dei Murales in pietra". Infine Arianna Barbetta, assessore al turismo del Comune di Lettomanoppello: "L'evento deve cercare di trasformare Lettomanoppello in un punto di riferimento artistico per la lavorazione della pietra non solo a livello locale, ma nazionale e internazionale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con le "10 Giornate in Pietra 2021" Lettomanoppello diverrà la città dei murales in pietra

IlPescara è in caricamento