rotate-mobile
Concerti Riviera Sud

Antonella Ruggiero incanta il porto turistico per l'ultima di "Concerti sotto le stelle"

Applausi a scena aperta, ieri sera nel padiglione Becci, per lo “Stralunato Recital” della cantante genovese. Pubblico in visibilio per una performance notevole, tra i successi di ieri e di oggi e qualche pregevole cover

Applausi a scena aperta, ieri nel padiglione Becci del porto turistico, per Antonella Ruggiero e il suo “Stralunato Recital”. Il live ha concluso l'edizione 2018 di Concerti sotto le stelle, rassegna inserita nell'ambito di "Estatica".

Sul palco, ad accompagnare l'ex voce dei Matia Bazar, c'era il Maurizio Di Fulvio Group, composto da Maurizio Di Fulvio (chitarra), Renzo Ruggieri (fisarmonica), Ivano Sabatini (contrabbasso) e Davide Marcone (batteria).

Il set è stato aperto dalla splendida "Amore lontanissimo", che valse alla Ruggiero il secondo posto a Sanremo 1998. Subito dopo, spazio a "Per un'ora d'amore" e, soprattutto, a una delle pregevoli cover proposte durante la serata: lo standard jazz "Blue moon".

La straordinarietà di quest'artista è il suo riuscire a interpretare qualsiasi brano in maniera versatile e al tempo stesso molto personale; merito di un timbro che ancora oggi trasuda magia oltre che una perfezione davvero sorprendente. Il risultato è un'atmosfera estremamente suggestiva, che per circa due ore incanta e meraviglia gli spettatori.

Scorrono gradevoli "Echi d'infinito" e "Solo tu", ma anche una bella versione di "Crapa pelada", con cui Gorni Kramer contestò Benito Mussolini durante gli anni del fascismo. Si torna, poi, al repertorio del "gruppo che voi tutti conoscete" (come lo chiama Antonella riferendosi al sodalizio interrotto nel 1989) per "Cavallo bianco". Decisamente riuscito, infine, l'omaggio a Cesária Évora sulle note di "Linda Mimosa".

L'Ave Maria di Gounod è invece la conferma che la cantante genovese può cimentarsi in qualunque impresa risultando sempre convincente (e commovente). Il finale è affidato a un trittico tutto a base di Matia Bazar: "Stasera che sera", "Vacanze romane" e, nel bis, "Ti sento". Pubblico in visibilio per una performance notevole, in attesa dell'uscita autunnale di “Quando facevo la cantante”, cofanetto contenente 6 cd che riassumerà la carriera solista di Antonella Ruggiero dal 1996 a oggi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonella Ruggiero incanta il porto turistico per l'ultima di "Concerti sotto le stelle"

IlPescara è in caricamento