rotate-mobile
Concerti Riviera Sud / Lungomare Papa Giovanni XXIII, 128

Pescara Jazz: l’ultimo big in programma è Tim Garland, ospite del Michele Di Toro trio 

Appuntamento domani sera, mercoledì 25 luglio, al porto turistico Marina di Pescara, in collaborazione con Estatica. Aprono la serata i Glutenfree. Un biglietto per due concerti: 15 euro. Si comincia alle ore 21.30

Ultimi due giorni per la 46esima edizione del Pescara Jazz, che quest’anno coincide con il cinquantennale della sua nascita. Ancora due doppi concerti per gli amanti del genere, mercoledì 25 luglio e giovedì 26 luglio. 

Si parte dunque domani sera dalle 21,30 - al porto turistico Marina di Pescara, sul palco di Estatica - con i Glutenfree e il Michele Di Toro trio: quest’ultima formazione sarà impreziosita dalla partecipazione, al sassofono, di Tim Garland, stretto collaboratore di Chick Corea. Si chiude dopodomani, giovedì 26 luglio, all’Aurum con un altro doppio set e Jasper Blom.

Biglietto unico a serata 15 euro. Disponibili online o nei circuiti CiaoTickets e TicketOne, nelle biglietteria dell’EMP, nell’Urban Box di piazza Salotto, nell’Info-Point di piazza Muzii e al botteghino (allestito domani sera nei pressi dell’arena del porto turistico, dopodomani all’Aurum). Telefono: 085/4540969.

Il primo dei due live in programma per la penultima serata del Pescara Jazz, spetta ai Glutenfree, un trio abruzzese che nasce nel marzo 2016 da un’intuizione del bassista Davide Di Camillo e dalla sua esigenza di sviluppare le proprie idee musicali. Grazie a Christian Mascetta (chitarra) e Andrea Giovannoli (batteria), la band comincia a prendere forma. 

Vincitore, nel 2016, del primo premio del Festival Nazionale dei Conservatori di Frosinone, questo trio, poco prima di Natale dello stesso anno, partecipa alla rassegna Sabato in concerto jazz. Poco dopo viene invitato dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica) ad Istanbul, per esibirsi in concerto presso l'Istituto Italiano di Cultura.

L’album d’esordio - Farina del mio sacco - è uscito lo scorso marzo per la Dodicilune Records. “Se la musica è mia non può che essere senza glutine” è il sottotitolo del cd che il trio ha scelto facendo dell’autoironia un asso nella manica. In scaletta brani come Bruco Mela, Life, Un passo alla volta, tutti in equilibrio tra funk, jazz, blues, rock, scritti e suonati con melodie cantabili su un tappeto di energia e groove.

A seguire, riflettori puntati su un altro talento abruzzese di calibro internazionale: pianista e compositore, cavaliere al Merito della Repubblica Italiana, si tratta di Michele Di Toro. Ospite di varie rassegne e festival, tra cui Umbria Jazz, Settimana Mozartiana di Chieti, Iseo Jazz, Festival Jazz Santiago del Cile, si è esibito nei teatri, negli auditorium e nei jazz-club delle principali città italiane e in Paesi come Francia, Germania, Svizzera, Turchia, Finlandia, Gran Bretagna e Canada. Ha collaborato con l’attore Alessandro Preziosi in un progetto dedicato a Fernando Pessoa. È stato ospite di importanti trasmissioni televisive e radiofoniche quali L’infedele di Gad Lerner su La7 e Tu Si Que Vales di Maria De Filippi su Canale 5. Dal 2012 è testimonial dell’UNICEF Abruzzo.

Per il Pescara Jazz, per la prima volta, si esibirà col suo trio e Tim Garland. Una delle particolarità del gruppo è che sono tutti compositori. In scaletta infatti molti brani originali, tra cui: 

  • From the sky (Michele Di Toro) 
  • Break in the weather (Tim Garland)
  • George Gershwin: you and the night and the city (Yuri Golubev) 
  • Distances (Marco Zanoli) 

Capitanata da Michele Di Toro, questa formazione è senza ombra di dubbio tra le più interessanti ed originali del panorama jazzistico europeo degli ultimi anni. In grado di fondere eleganza ed energia in una miscela modernissima e allo stesso tempo ricca di sfumature neoromantiche. Il linguaggio espressivo e la natura compositiva del gruppo si snoda in un percorso di lirismo e cantabilità davvero originale.

Sul palco anche Yuri Goloubev, già primo contrabbasso di una delle più celebri orchestre da camera del mondo (I Solisti di Mosca), ora contrabbassista jazz tra i più versatili e richiesti in Europa, e il batterista Marco Zanoli. I tre insieme danno vita ad una musica passionale, frutto di personalità estetiche forti unite da un non comune senso del rischio e dell’invenzione.

Sono molto felice e orgoglioso di essere presente, con un mio importante progetto - afferma Michele Di Toro - in un cartellone così prestigioso. Suonare al Pescara Jazz Festival e nella mia terra d'Abruzzo con musicisti eccezionali quali Tim Garland, Yuri Golubev e Marco Zanoli, mi emoziona non poco. Anche perchè è la prima volta che sono ospite di questo storico festival. Ringrazio il direttore artistico Angelo Valori per avermi coinvolto e vi aspetto, con grande gioia, al nostro concerto!

Special guest della serata, il musicista inglese Tim Garland, sassofonista e compositore. Partendo dalla Gran Bretagna gira il mondo grazie alla musica. Da anni musicista-collaboratore e coautore di Chick Corea, con il quale è stato in tournée.  Con il noto pianista e tastierista statunitense, Garland ha anche inciso dischi divenuti di riferimento per ogni musicista jazz. In qualità di compositore, ha scritto opere commissionate dall’Orchestra Sinfonica di Londra, l’ Orchestra Concertista della BBC e per il Coro dell’Abbazia di Westminster, oltreché per innumerevoli jazz-based ensembles .  

Nel 2013 è stato premiato per la sua suite Songs to The North Skyscritta per il Lighthouse Trio con la Royal Northern Symphony Orchestra e successivamente eseguita dalla London Symphony. Ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti, tra cui Lighthouse Award con il gruppo di crossover jazz folk - Lammas - che annovera tra i componenti Don Paterson e Christine Tobin e con la Dean Street Underground Orchestra.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara Jazz: l’ultimo big in programma è Tim Garland, ospite del Michele Di Toro trio 

IlPescara è in caricamento