rotate-mobile
Concerti

Il Pescara Jazz celebra la musica partenopea con "Napoli in Jazz"

Il progetto ha decisamente esaltato le qualità artistiche e le competenze tecniche di Pino Jodice, direttore e arrangiatore, che è riuscito a mettere insieme un’orchestra sinfonica e una big band

Il Pescara Jazz ha celebrato ieri sera la musica partenopea, al teatro d'Annunzio, con "Napoli in Jazz".

Il progetto ha decisamente esaltato le qualità artistiche e le competenze tecniche di Pino Jodice, direttore e arrangiatore, che è riuscito a mettere insieme un’orchestra sinfonica e una big band: si tratta dell’Orchestra sinfonica abruzzese e della neonata Orchestra nazionale jazz dei conservatori.

Per questa nuova avventura musicale - il cui titolo restituisce subito l’atmosfera che il pubblico potrà assaporare - Jodice ha scelto brani indimenticabili della tradizione classica partenopea (rielaborati in chiave jazz), da alternare a moresche del '600, alcune sue composizioni e omaggi a Pino Daniele.

In particolare, il tributo a Daniele è stato lodevole: si sono alternati brani come "Chill è nu buon guaglione", "Vient e terra", "Tutta nata storia", "A me me piace o blues", "Terra mia", "Alleria", "Sicily" e "Chi tene o Mare". Complesso, dunque, il lavoro di scrittura orchestrale e arrangiamento del direttore, che ha fatto tesoro della sua importante esperienza professionale e artistica per offrire al pubblico una performance straordinaria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pescara Jazz celebra la musica partenopea con "Napoli in Jazz"

IlPescara è in caricamento