rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Concerti Portanuova / Lungomare Colombo

Al via il festival "Adriatic jazz - Women as leaders"

Tutto pronto per la partenza di questa rassegna jazz dell’eccellenza al femminile, organizzata e promossa dall’Ente Manifestazioni Pescaresi

Parte oggi la rassegna “Adriatic Jazz – Women as leaders”, che si fonda sulla collaborazione tra Pescara Jazz e Ancona Jazz, due festival storici che rispettivamente dal 1969 e dal 1979 hanno ospitato i più grandi musicisti del mondo e che insieme presentano al pubblico un progetto di produzione di 3 concerti che verranno replicati sia in Abruzzo che nelle Marche. Il progetto “Adriatic Jazz – Women as leaders”, come spiegato dal direttore artistico Angelo Valori, è vincitore di un bando indetto dal Ministero della Cultura riservato alla musica jazz, alla quale hanno partecipato oltre 60 soggetti, per cui l’Ente Manifestazioni Pescaresi, organizzatore e promotore della rassegna, si è collocato al quarto posto in graduatoria di merito su 30 progetti selezionati da una commissione tecnica di qualità.

Il progetto di produzione, di cui l’Ente Manifestazioni Pescaresi è capofila, viene inoltre realizzato in collaborazione con l’Associazione New Sound & Beyond, realtà giovane ma già molto attiva nell’area adriatica nel panorama musicale jazz e dei nuovi linguaggi e con l’Associazione Colors Jazz Orchestra, oggi tra le orchestre più prestigiose in campo nazionale ed europeo e vero crogiolo di talenti emergenti. L’assessore al turismo e ai grandi eventi Alfredo Cremonese si è complimentato con il direttivo dell’Emp poiché è stato in grado di attrarre risorse da spendere sul territorio: “Il festival conferma ancora una volta quella che è la direzione dell’Amministrazione comunale di organizzare manifestazioni di altissima qualità e di durata nel tempo – ha affermato Cremonese - in grado di attrarre turismo e di avere riflessi economici sul territorio, oltre che per il marketing territoriale. E’ mia intenzione realizzare a tal fine, per il prossimo anno, un unico cartellone di manifestazioni ”.

Grande soddisfazione è stata espressa inoltre dal vice presidente della commissione cultura Salvatore Di Pino, che ha dichiarato: “La realizzazione di questa nuova rassegna jazz, va esattamente nella direzione che l’Amministrazione comunale ha voluto prendere nel rinnovare le cariche dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, con un direttivo che potesse ampliare l’offerta culturale della città, con un cartellone manifestazioni caratterizzato da proposte per ogni tipo di pubblico e in particolare per organizzare eventi non soltanto per il periodo estivo ma per l’intero anno. Mi auguro che questa iniziativa anticipi altre manifestazioni da realizzare nel periodo natalizio, a testimoniare la vocazione dell’Ente Manifestazioni Pescaresi quale polo culturale per la città di Pescara”.

La connotazione di questo progetto di produzione, è che le interpreti principali sono donne, rappresentando così la volontà di caratterizzare la rassegna al femminile, dando alle donne la leadership, da cui il nome del progetto: “Women as leaders”. “Le donne, a dir la verità, sono in prima linea – ha puntualizzato il Maestro Angelo Valori, direttore artistico della rassegna – non soltanto per quel che riguarda le interpreti protagoniste che sono: Serena Brancale, Karima e Carine Bonnefoy, ma anche per la loro presenza nelle compagini orchestrali che accompagneranno queste interpreti soliste, dove c’è una fortissima componente femminile e di giovane età. Ad esempio nella Medit Orchestra, che fa parte dell’associazione New Sound & Beyond, partner del progetto, il concetto del gender balance non è trattato soltanto a livello di leader (cioè a livello di interpreti principali) ma va a coinvolgere tutti i musicisti che partecipano alla rassegna, a testimoniare che con questo progetto di produzione, si vuole andare nella direzione del gender balance che è un argomento di cui si discute molto in tutta Europa e che ha caratterizzato queste produzioni”.

“Presentare questa nuova rassegna dell’Adriatic Jazz – Women as leaders – ha spiegato Valter Meale, presidente dell'Ente Manifestazioni Pescaresi – è per me motivo di orgoglio, in quanto fin dall’inizio dell’insediamento, il nuovo direttivo dell’Ente Manifestazioni, che ringrazio per la preziosa collaborazione e per il lavoro svolto, ha pensato di voler impegnare ogni giorno i due luoghi culturali gestiti, il teatro d’Annunzio e il Flaiano, consentendone la fruizione alla cittadinanza per tutto l’anno. Questa iniziativa, va dunque ad ampliare l’offerta culturale ed artistica dell’Ente, presentando al pubblico produzioni originali e innovative che guardano anche al di fuori nei propri confini regionali attraverso la collaborazione con reti nazionali, con l’obiettivo di investire sul jazz come simbolo dell’identità culturale della città di Pescara”.

Crede fermamente nella vocazione culturale della città Simone D’Angelo, vice presidente dell’Emp: “Women as leaders è la nuova rassegna targata Emp che conferma la voglia del consiglio di amministrazione di non limitarsi solamente all'organizzazione della storica stagione estiva. Vogliamo regalare musica e spettacolo per dodici mesi l'anno e crediamo fermamente che l'offerta culturale della Città di Pescara, impreziosita dall'inaugurazione di due nuovi musei, possa arricchirsi di tanti altri spettacoli identitari. Un plauso al Direttore Angelo Valori per aver intercettato l’ennesimo input del Ministero ed averlo trasformato in un progetto che sicuramente durerà nel tempo”. Nella rassegna in programma, al fine di rappresentare le tre produzioni concertistiche orchestrali caratterizzate da canzoni appositamente arrangiate, sono previsti tre appuntamenti all’Auditorium Flaiano di Pescara e altrettanti concerti al teatro La Fenice di Senigallia.

Gli appuntamenti del 20 e 27 ottobre sono realizzati in collaborazione con Serena Brancale e Karima, due artiste eccezionali, che hanno illuminato l’estate pescarese e della nostra regione, mentre il 5 novembre ci sarà Carine Bonnefoy, straordinaria interprete straniera, che si esibirà al piano ed eseguirà sue composizioni e arrangiamenti originali. “Il progetto di Serena Brancale - ha puntualizzato Valori - è dedicato alle canzoni del sud, con una forte impronta etnica, mentre Karima presenterà un repertorio più internazionale, con la presenza di canzoni italiane oltre che di canzoni tratte dal suo ultimo cd che si chiama No Filter”. I gruppi orchestrali che insieme ai due festival del Pescara Jazz e Ancona Jazz hanno consentito queste tre produzioni sono la Medit Orchestra, composta da un gruppo di archi che in questa rassegna vanno a valorizzare la canzone, soprattutto italiana, e la Colors Jazz Orchestra, presente in una versione un po' particolare, più orchestrale, che in questa occasione si chiama The Colors Large Ensemble.

Calendario “Women as leaders” a cura di Angelo Valori

AUDITORIUM FLAIANO

20 ottobre ore 21.15: “Le canzoni del sud” - Serena Brancale meets Medit Orchestra

21 ottobre ore 21.15 – replica al Teatro La Fenice di Senigallia

27 ottobre ore 21.15: “No Filter” – Karima meets Medit Orchestra

28 ottobre ore 21.15: replica al Teatro La Fenice di Senigallia

4 novembre ore 21.15: Carine Bonnefoy meets The Colors large ensemble al Teatro La Fenice di Senigallia

5 novembre ore 21.15: replica al Flaiano - Carine Bonnefoy meets The Colors large ensemble

BIGLIETTERIE E INFO POINT

Prezzi spettacoli: 10 euro + prev. 1 euro - biglietto unico. Lungomare Cristoforo Colombo 122 - Pescara Orari: 17–20, la sera degli spettacoli, ai botteghini del teatro dalle 20.30 e sul circuito CiaoTickets.com - Per informazioni: 342/9549562. Prevendite Teatro La Fenice di Senigallia: circuito Vivaticket - www.vivaticket.com. Tutti gli spettacoli avranno luogo nel pieno rispetto delle norme in vigore relative all’emergenza Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il festival "Adriatic jazz - Women as leaders"

IlPescara è in caricamento