menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabio De Luigi (foto Max Di Paolo) a Pescara durante le riprese di "Ti presento Sofia"

Fabio De Luigi (foto Max Di Paolo) a Pescara durante le riprese di "Ti presento Sofia"

Da "La sposina" a "Ti presento Sofia": i film girati a Pescara (e dintorni)

Nella nostra città sono state effettuate le riprese di tante pellicole: "La maestra... di sci", "Pane e tulipani", "Liberi" e "Il permesso - 48 ore fuori". Ma non si possono dimenticare "La guerra degli Antò" a Montesilvano e "Omicidio all'italiana" a Corvara

Nel corso del tempo, Pescara è stata più volte utilizzata come set per varie produzioni cinematografiche nazionali. In questo articolo vi riassumiamo i film più importanti che sono stati girati nella nostra città.

Nel 1976 il regista Sergio Bergonzelli mette a segno una "doppietta" realizzando a Pescara le riprese in esterni di ben due commedie: "La sposina" e "Taxi Love, servizio per signora". Nel cast, in entrambi i casi, figurano Tiberio Murgia e Riccardo Garrone.

Nel 1981 "La maestra... di sci", con Andy Luotto e Carmen Russo, viene girato tra il porto, corso Vittorio Emanuele II, via Nicola Fabrizi e piazza Salotto. Un modo anche per ricordarci com'è cambiata la viabilità in centro: dalle immagini dei titoli di testa, infatti, è possibile notare che le traverse del primo tratto di via Fabrizi, oggi tutte pedonali, all'epoca erano ancora aperte al traffico. Altre riprese furono effettuate lungo via Nazionale Adriatica, la Torre di Cerrano, Silvi, Montesilvano, Pietracamela e Prati di Tivo.

La maestra di sci Carmen Russo

Si scorge inoltre Pescara nei minuti finali di "Bello mio, bellezza mia", commedia di Sergio Corbucci del 1982 con Giancarlo Giannini, Stefania Sandrelli e Mariangela Melato: uno dei personaggi principali, Gennarino, vuole far saltare in aria lo stadio Adriatico. Passa circa un ventennio e, alla fine degli anni '90, Riccardo Milani sceglie di ambientare nella vicina Montesilvano "La guerra degli Antò": è il 1999 e, all'inizio del film, c'è anche un cameo del musicista rom lancianese Santino Spinelli, in arte "Alexian". Curiosamente, però, il dialetto utilizzato dai protagonisti non è quello pescarese, ma quello marsicano.

Nel 2000 esce la pellicola in assoluto più famosa tra tutte quelle che hanno Pescara come punto di riferimento: "Pane e tulipani", diretto da Silvio Soldini, con Licia Maglietta, Giuseppe Battiston, Antonio Catania, Marina Massironi e Don Backy. La storia ruota attorno alle vicende di una casalinga originaria, appunto, del capoluogo adriatico, anche se la location che ottiene maggiore visibilità è Venezia.

Pane_e_tulipani-2

Nel 2003 tocca a "Liberi": un film molto romantico, forse il più bello sulla nostra città. Vi recitano due giovanissimi Nicole Grimaudo ed Elio Germano, rispettivamente nei panni di una cameriera di Trasacco e un operaio di Bussi sul Tirino che si incontrano a Pescara: tra i vari scorci è possibile notare il porto turistico, il molo, la stazione, il centro urbano, la riviera e molti ristoranti famosi. Dopo un primo passaggio nelle sale, "Liberi" è stato proiettato l'ultima volta nel 2004 all'Auditorium Flaiano in occasione del festival 'Scrittura e immagine', e da allora è pressoché introvabile, essendo assente da qualsiasi palinsesto televisivo.

Proprio nel 2004 Marco Falaguasta è il regista di "Due volte Natale", tra Celano e Pescara, con Franco Interlenghi, Francesca Rettondini, Valeria Fabrizi e Nathalie Caldonazzo. Viene inoltre girato a Pescara, nonché a Sulmona e Pacentro, "Un sogno americano", docufilm sulla popstar Madonna datato 2005. Due anni dopo le riprese di "Una ballata bianca", di Stefano Odoardi, si snodano tra Gessopalena, L'Aquila, Pescara e Fontecchio.

Fabio De Luigi e Micaela Ramazzotti

Si arriva, infine, ai giorni nostri con la seconda opera da regista di Claudio Amendola, "Il permesso - 48 ore fuori": l'episodio con Luca Argentero viene realizzato a Pescara (sono ben visibili il ponte del mare e uno dei trabocchi del molo nord) e il film esce nel 2017. Un anno dopo è la volta di "Ti presento Sofia", con Fabio De Luigi e Micaela Ramazzotti. Questa commedia (finora la più recente tra tutte quelle che ci hanno visto protagonisti) è stata trasmessa in prima visione su Canale 5 appena un mese fa.

In ultimo vanno citati i film ambientati in provincia: nel 1980 alcune scene di "Fontamara", diretto dal regista Carlo Lizzani e basato sull'omonimo romanzo di Ignazio Silone, vengono girate a Popoli, anche se il grosso del set si concentra nell'Aquilano. Tra i 'big' troviamo Michele Placido. Nel 2005 "Oltre la barricata" è di scena a Sant'Eufemia a Maiella con Remo Remotti. Infine nel 2017 Maccio Capatonda trasforma Corvara nell'immaginaria Acitrullo per la sua seconda fatica sul grande schermo: "Omicidio all'italiana".

Maccio Capatonda Omicidio all'italiana

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pescarese semina il caos a "La Zanzara" di Radio 24: "Non farò il vaccino e sono pronto a difendere la mia libertà anche con le armi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
IlPescara è in caricamento