Lunedì, 20 Settembre 2021
Eventi

Torna anche quest'anno l'iniziativa "Aspettando la scuola" della fondazione Genti d'Abruzzo

Dal 30 agosto per due settimane torna l'inziativa dedicata ai bambini e ragazzi dai sei anni in su, per creare una sorta di ponte fra le vacanze estive e il ritorno in classe

Torna anche quest'anno, dal 30 agosto per due settimane, l'iniziativa della fondazione Genti d'Abruzzo "Aspettando la scuola", dedicata ai bambini e ragazzi dai sei anni in su. L'obiettivo è creare un ponte ideale fra le attività estive e il ritorno a scuola che, quest'anno, sarà in presenza come spiega Valentina Carota che cura l'organizzazione delle iniziative e attività e prende gli appuntamenti:

"Lo facciamo arricchendo le attività curriculari con arte, tradizioni, natura, archeologia. Le attività estive si sono svolte nei parchi, ora torniamo nei nostri musei le attività si terranno infatti sia al Cascella che al Genti d'Abruzzo. Torniamo a creare un filo diretto tra i giovani e le nostre esposizioni, attraverso percorsi dedicati che stimolano la curiosità e continuano sempre ad affascinare i ragazzi, che riescono sempre a scoprire qualcosa di nuovo in quello che vedono".

Le modalità d'iscrizione sono le stesse dei campus estivi che hanno fatto registrare numeri importanti da giugno ad oggi con oltre 100 bambini iscritti e oltre 500 presenze a settimana.

Nel corso della prima settimana dal 30 agosto al 3 settembre gli appuntamenti saranno su "Le civiltà del Mediterraneo tra arte e storia" e "Vita da Egizi" al museo Cascella; "Illustrarte: quando il racconto incontra la creatività" al museo delle Genti. Nella settimana dal 6 al 10 settembre: "Gli animali nell'arte" e "C'era una volta Ostia Aterni" al Museo Cascella. Il ricevimento dei ragazzi inizia tra le 8,30 e le 9, ora in cui ha inizio l'attività che si prolunga fino alle 12,30. Tra le 12,30 e le 13 è previsto il rientro a casa.

Per le prenotazioni è possibile telefonare ai numeri 0854510026 (interno 1 o 2) e 3939374212 oppure inviare una mail a didattica@gentidabruzzo.it. La direttrice della fondazione Letizia Lizza:

"Attraverso le nostre attività riusciamo, in un momento ancora difficile, a ricreare contatto umano e socialità tra i bambini, che più degli altri hanno sofferto durante l'emergenza sanitaria lo facciamo attraverso l'arte e la conoscenza, strumenti universali di condivisione tra le persone. Da anni siamo presenti nel tessuto sociale di Pescara e dell'Abruzzo con un lavoro di conservazione e promozione delle tradizioni che contribuisce a creare un solido legame tra le giovani generazioni e il territorio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna anche quest'anno l'iniziativa "Aspettando la scuola" della fondazione Genti d'Abruzzo

IlPescara è in caricamento