rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Economia

Zona rossa, Padovano (Confcommercio): "Situazione drammatica, erogare ristori e accelerare sui vaccini"

Il numero 1 dell'associazione di categoria spiega come il settore maggiormente colpito sia quello della ristorazione

«Situazione economica e sanitaria drammatica, occorre erogare ristori immediati alle imprese e accelerare in tutti i modi possibili sulle vaccinazioni».
A dirlo, parlando della zona rossa istituita in provincia di Pescara da domenica 14 febbraio, è il presidente provinciale di Confcommercio, Riccardo Padovano.

«Tutto il Pescarese e in particolare Pescara città sono di nuovo in zona rossa con tutte le problematiche che tornano a investire soprattutto il settore della ristorazione, il più colpito ormai a quasi un anno dall’avvio della pandemia e che nelle ultime settimane aveva potuto respirare con la riapertura seppur parziale. Non entriamo», spiega Padovano, «nel merito delle valutazioni sanitarie che hanno portato all'istituzione della zona rossa nella nostra provincia ma è certo che per le imprese che rappresentiamo, in particolare per pubblici esercizi e abbigliamento/calzature è l'ennesimo duro colpo dopo mesi in cui si sono alternati tanti giorni di chiusura e pochi di apertura.  Avevamo visto uno spiraglio di luce con la zona gialla ma ora il ritorno al rosso ha fatto tornare al nero l’umore delle imprese. Le aziende del nostro territorio sono più che mai allo stremo e per questo occorrono ristori immediati da parte del governo e della regione».

Padovano poi chiede ai 2 presidenti di Provincia di Pescara e Chieti Zaffiri e Pupillo che si facciano promotori della convocazione di un tavolo con le associazioni di categoria per poter trovare una strada comune che permetta di poter erogare anche attraverso poi la Regione i ristori che potrebbero alleviare una situazione sempre più drammatica.

«Crediamo tuttavia», conclude Padovano, «che per uscire da questa drammatica situazione occorra accelerare in tutti i modi possibili sulle vaccinazioni, con l’obiettivo di arrivare all’estate con il maggior numero di vaccinati. Accelerare sia sul calendario della somministrazione delle dosi che già spettano alla nostra regione ma anche, come detto dal presidente Marsilio, sugli investimenti sul vaccino italiano Reithera che potrebbe consentire il recupero di tempo prezioso una volta approvato».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona rossa, Padovano (Confcommercio): "Situazione drammatica, erogare ristori e accelerare sui vaccini"

IlPescara è in caricamento