Villa Pini: la Asl paga gli stipendi

Lo aveva annunciato questa mattina il manager Claudio D'Amario. La Asl di Pescara ha messo in pagamento le mensilità arretrate nei confronti dei 250 lavoratori di "Villa Pini" che proprio ieri avevano iniziato una protesta sotto la sede della Asl

La Asl di Pescara ha dato mandato alla banca Caripe per il pagamento delle mensilità arretrate nei confronti di 250 lavoratori del gruppo "Villa Pini".

Ai lavoratori da mesi senza stipendio due sentenze del Tribunale di Pescara ha assegnato una parte dei crediti vantati dal gruppo, relativi a prestazioni 2008 addebitate alla Asl di Pescara e sotto "sequestro liberatorio".

E' arrivato proprio stamattina all'Azienda sanitaria l'atteso provvedimento del Tribunale con cui viene svincolata una parte delle risorse da destinare ai dipendenti.

Oggi al termine di un incontro con sindacalisti della Cgil, il manager, Claudio D'Amario, aveva assicurato che la situazione si sarebbe sbloccata in giornata.

"Ci auguriamo - ha commentato Andrea Gagliardi, segretario della Cgil Funzione Pubblica di Chieti - che ora non ci siano più problemi e i lavoratori abbiano le somme che spettano loro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento