menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Pini: Cisl soddisfatta, ma avverte: "Il futuro è a rischio"

La Cisl Abruzzo esprime soddisfazione per l'accordo raggiunto dalla Regione con Angelini che permetterà di pagare gli stipendi arretrati ai dipendenti di Villa Pini. Ma il sindacato avverte: "I conti della clinica sono preoccupanti, futuro è a rischio"

Sono parzialmente soddisfatti i sindacati abruzzesi della Cisl e Cgil dopo l'accordo raggiunto fra la Regione e la proprietà Angelini, che consentirà di pagare le prime mensilità ai lavoratori di Villa Pini che ormai dai più di sette mesi sono senza stipendio.

Una soddisfazione moderata, visto che per ora saranno pagate un paio di mensilità, in attesa di rivedere tutti i conti e bilanci dell'azienda e provvedere al pagamento anche degli altri stipendi.

La Cisl, in particolare, esprime soddisfazione e ringrazia la Giunta per il deciso intervento per sbloccare una situazione che era diventata ormai drammatica. "Speriamo che in breve tempo, senza cavilli burocratici, i lavoratori possano avere tutte le mensilità che gli spettano, ed iniziare a ricevere regolarmente gli stipendi; il problema però adesso si sposta verso il futuro" fa sapere il sindacato, che prosegue: "ora occorre un'intervento forte e deciso per ristrutturare tutto l'organico di Villa Pini. I conti della clinica sono preoccupanti, e, con il taglio dei crediti regionali scesi del 35% per il 2009, la situazione potrebbe diventare difficile per il futuro"

In effetti, se l'emergenza stipendi arretrati è finita, ora inizia la difficile opera di programmazione per il futuro, alla quale la proprietà non potrà sfuggire. Priorità assoluta al taglio degli stipendi di lusso per i primari e dirigenti, una voce importante nel delicato bilancio aziendale di Villa Pini.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento