Economia

Via Lazio: finisce l'incubo del disabile imprigionato in casa

Una bella notizia arriva da Claudio Ferrante dell'associazione "Carrozzine Determinate". Da domani 14 dicembre partiranno i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche nel palazzo popolare di Montesilvano

Sarà un Natale felice quello in arrivo per il signor Giuliano Ottavianelli, anziano disabile che da tre anni vive letteralmente imprigionato nella sua abitazione a causa della presenza di barriere architettoniche e della rottura continuativa dell'ascensore. Domani 14 dicembre, infatti, partiranno i lavori di abbattimento delle barriere. Lo ha fatto sapere Claudio Ferrante, presidente di Carrozzine Determinate che si è sempre battuto per aiutare l'anziano.

ANZIANO "IMPRIGONATO" IN CASA PER LE BARRIERE

Grazie all'intervento di Ferrante infatti da qualche settimana era stato riparato l'ascensore che consente in parte di risolvere il problema dell'uscita dall'abitazione dell'uomo. Ora però con l'abbattimento delle barriere potrà agevolmente entrare ed uscire dall'atrio del palazzo. "Siamo riusciti a restituire la libertà al Sig. Giuliano Ottavianelli, così come siamo riusciti a garantire la sicurezza e l’autonomia necessaria a tutte le mamme con i passeggini, ai bambini e agli stessi anziani. Ricordiamo che questo stabile è abitato da più di 80 famiglie, 44 delle quali sono assegnatarie di case popolari di proprietà del Comune di Pescara. Non possiamo che essere soddisfatti e commossi, per quello che il signor Giuliano, appresa la notizia, ha definito il più bel regalo di Natale della sua Vita" ha dichiarato Ferrante che ha anche ringraziato l'assessore Allegrino per l'impegno profuso per la causa.

ottavo2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Lazio: finisce l'incubo del disabile imprigionato in casa

IlPescara è in caricamento