rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Economia

Le proposte di Usb Abruzzo alla Regione per contrastare il caro energia: "Agire subito con sostegni concreti"

Oggi 5 settembre si è tenuto il tavolo di concertazione fra la Regione e le parti sociali convocato per la questione dell'emergenza caro energia

Incontro questa mattina 5 settembre fra gli assessori regionale alle attività produttive ed energia Daniele D'Amario e Nicola Campitelli, per discutere della questione riguardante l'aumento dei costi energetici, come sollecitato dalle parti sociali fra cui l'Usb Abruzzo, che ha messo sul tavolo una serie di proposte per affrontare e parzialmente arginare la crisi che scatenerà l'aumento dei costi delle bollette. Si deve agire su più livelli,ha spiegato Usb, in particolare individuando risorse regionale per sostenere i settori produttivi più colpiti e dele famiglie. Istituire inoltre un tavolo permamente regionale sulla crisi energetica, mentre per un'ottica futura secondo Usb occorre:

"L’impegno concreto della Regione per il raggiungimento dell’autonomia energetica dei settori produttivi abruzzesi attraverso il reperimento di ogni risorsa necessaria per un imponente sviluppo delle fonti rinnovabili; la promozione, sviluppo ed estensione delle comunità energetiche a tutto il territorio regionale."

"A livello nazionale, occorre agire chiedendo la tassazione l100% degli extra-profitti delle aziende energetiche; la reintroduzione della cassa Integrazione in deroga come nel periodo Covid, per scongiurare nei prossimi mesi, la perdita di migliaia di posti di lavoro. Gli errori del passato non vanno reiterati e bisogna correre per rimediare ad una situazione che è già esplosiva."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le proposte di Usb Abruzzo alla Regione per contrastare il caro energia: "Agire subito con sostegni concreti"

IlPescara è in caricamento