menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uil Abruzzo: "Sanità e lavoro, priorità assolute per il Paese e per la nostra regione"

Nonostante l’avvio della campagna di vaccinazione, la gestione sanitaria dell’emergenza rimane la priorità, seguita dal rilancio dell’occupazione. Parla Michele Lombardo, segretario regionale del sindacato

Per la Uil Abruzzo sanità e lavoro sono "priorità assolute per il Paese e per la nostra regione". Nonostante l’avvio della campagna di vaccinazione, la gestione sanitaria dell’emergenza rimane la priorità, seguita dal rilancio dell’occupazione. Parla Michele Lombardo, segretario regionale del sindacato:

“La permanenza dell’Abruzzo in zona gialla per un periodo molto limitato dimostra che il sistema sanitario regionale è ancora debole e quindi va rinforzato strutturalmente. Per questo crediamo che il 2021 debba connotarsi come l’anno della svolta, con il consolidamento della nostra sanità regionale, anche per evitare situazioni come quelle dei mesi scorsi, quando a causa della pressione sugli ospedali siamo finiti in zone con forti penalizzazioni per la nostra economia”.

La garanzia del diritto alla salute "è di assoluta priorità" e altrettanto rilevante è "la necessaria opera di sensibilizzazione sulle vaccinazioni". Ma per Lombardo bisogna altresì porre “le basi per creare nuova occupazione e di qualità per i tanti giovani e le tante donne che dobbiamo inserire nel mondo del lavoro. Alla Regione, in particolare, anche in questo campo chiediamo una svolta: non solo investimenti per l’occupazione ma anche la velocizzazione delle pratiche per la liquidazione dei sostegni promessi con le varie leggi Cura Abruzzo, visto che ad oggi solamente una parte è finita realmente nelle tasche dei beneficiari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento