menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporto scolastico, la Tua: "Nessun disservizio significativo, lamentele ingiustificate"

La Tua, nello spiegare come siano stati incrementati i servizi con maggiori chilometri effettuati (anche con quelli affidati a vettori privati), segnala come non si siano verificati disservizi significati

La Tua, l'azienda regionale di trasporto pubblico, fa il punto sui primi giorni del trasporto scolastico sul territorio regionale dopo il ritorno in classe degli studenti.
La Tua, nello spiegare come siano stati incrementati i servizi con maggiori chilometri effettuati (anche con quelli affidati a vettori privati), segnala come non si siano verificati disservizi significati.

Dunque per l'azienda di trasporto pubblico regionale «il combinato disposto tra gli allarmi, pur necessari in questo periodo, e la percezione di una presenza maggiore rispetto alla fase pandemica, sta facendo sì che ci siano “ingiustificate” lamentele».

«Per quanto riguarda la capacità di carico sui mezzi», si legge in una nota, «l'azienda unica e la Regione Abruzzo si sono uniformate alle direttive nazionali, che consentono di trasportare fino all’80 per cento della capienza indicata sulla carta di circolazione di ogni mezzo, fermo restando le prescrizioni previste (mascherine, sanificazione dei mezzi, ricambio d'aria, ecc.). Sulle circa 4000 corse che vengono assicurate da Tua sull’intero territorio regionale in un giorno feriale scolastico, non si sono verificati disservizi significativi. Le poche disfunzioni sono riferibili a comprensibili problematiche circa il mancato allineamento degli orari scolastici da parte di alcuni istituti e sono in via di definizione con incontri mirati per ogni disallineamento tra i dirigenti di Tua e i dirigenti scolastici. Le disposizioni di legge, pedissequamente seguite, consentono la possibilità di avere fino all’80 per cento di passeggeri a bordo. Nessuno dei mezzi monitorati ad oggi ha superato il limite previsto per legge. Anche se è opportuno aumentare la comunicazione circa la presenza di corse bis che spesso viene sottovalutata come possibile soluzione per diluire il numero dei trasportati».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pescara usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rustell: storia e origini degli arrosticini abruzzesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento