rotate-mobile
Economia

Treni Pescara Teramo: pendolari sul piede di guerra per i nuovi orari e le fermate soppresse

Dopo l'entrata in vigore dei nuovi orari per i treni regionali che collegano Pescara a Teramo i pendolari non ci stanno ed attaccano Trenitalia per la modifica di alcune tratte ed orari e per la soppressione di tre fermate

Sono sul piede di guerra ed annunciano proteste ad oltranza i pendolari della tratta Pescara Teramo che utilizzano i treni regionali. Dall'11 dicembre infatti sono entrati in vigore i nuovi orari con diverse ed importanti modifiche che riguardano soprattutto l'orario fra le 7 e le 8 del mattino e la soppressione di alcune fermate.

Sopresse infatti le fermate di Bellante, Notaresco e Silvi con un solo treno fra le 7 e le 8 del mattino in partenza da Teramo. Cambi obbligatori alla stazione di Pescara centrale per chi arriva o è diretto a Portanuova e stazione Tribunale, con gli utenti costretti a raggiungere la stazione centrale per le partenze.

FRECCIAROSSA CONFERMATO SU PESCARA

"A cosa servono gli imponenti lavori in corso alla stazione di Porta Nuova se poi le scelte portano di fatto ad un depotenziamento della stazione stessa, essendo quasi più conveniente andare a piedi alla stazione centrale per prendere il treno?» domanda polemicamente il comitato. I tempi di percorrenza non sono migliorati, considerando che venti anni fa per percorrere Teramo-Pescara Porta Nuova si impiegava meno di un’ora e oggi si va da un minimo di un’ora e dodici minuti fino ad un massimo di un’ora e cinquantuno minuti, come facilmente verificabile sul sito di Trenitalia. Il tutto per percorrere poco più di sessanta chilometri e con aumento tariffario di oltre il dieci per cento avvenuto solo qualche mese fa" dichiarano infuriati i pendolari che chiedono un'immediata revisione degli orari tornando alla situazione precedente all'11 dicembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni Pescara Teramo: pendolari sul piede di guerra per i nuovi orari e le fermate soppresse

IlPescara è in caricamento