rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia

Rete elettrica, Terna prevede in Abruzzo investimenti per 350 milioni euro fino al 2025

L'impresa Terna aggiorna il suo piano industriale e per la nostra regione prevede un incremento degli investimenti pari a circa il 60%

Gli investimenti previsti da Terna fino al 2025 per la rete elettrica in Abruzzo ammontano a un totale di 350 milioni di euro.
Infatti, l’aggiornamento del piano industriale 2021-2025 “Driving Energy” prevede nella nostra regione un incremento degli investimenti pari a circa il 60% con un impegno di circa 350 milioni di euro per lo sviluppo e la resilienza della rete elettrica regionale in funzione della transizione energetica di cui l’azienda è protagonista.

La realizzazione delle infrastrutture impiegherà oltre 90 imprese e 360 tra operai e tecnici impegnati in attività di cantiere e lavorazioni in fabbrica, oltre 40 tra professionisti e studi tecnici.

Tra i principali interventi previsti troviamo l’Adriatic Link, l’elettrodotto sottomarino in corrente continua che unirà Abruzzo e Marche consentendo di migliorare la capacità di scambio elettrico tra le diverse zone del Paese, in particolar modo tra il centro-sud e il centro-nord, aumentando l’efficienza, l’affidabilità e la resilienza della rete elettrica di trasmissione. Il riassetto della rete elettrica “Teramo-Pescara” a 150 kV, che interesserà 4 comuni della provincia di Pescara (Pescara, Montesilvano, Città Sant’Angelo e Spoltore) con 14 km in cavo interrato e 1,5 km di variante aerea. La nuova stazione elettrica di Celano che renderà più sicura ed efficiente la rete elettrica locale, permettendo la razionalizzazione dell’area e il trasporto in sicurezza dell’energia rinnovabile prodotta nel territorio.

La prosecuzione dei lavori per la realizzazione della nuova linea in cavo interrato 150 kV “Pettino – Torrione”. Numerosi anche i benefici in termini di impatto ambientale. I principali interventi previsti nel piano, infatti, consentiranno la demolizione di oltre 17 km di linee aeree e di 4 km di elettrodotti interrati, e la conseguente restituzione di oltre 50 ettari di terreno. Dell’investimento complessivo, circa 117 milioni di euro saranno destinati a interventi per ammodernamento, rinnovo e resilienza degli asset esistenti. «In quest’ottica», come fanno sapere da Terna, «è prevista l’installazione di compensatori sincroni nella Stazione Elettrica di Villanova. Il macchinario, tecnologicamente molto avanzato, permette di stabilizzare e gestire in sicurezza la rete elettrica, regolando la tensione e riducendo al minimo gli sbalzi dovuti all’intermittenza della produzione di fonti eoliche e fotovoltaiche. Terna, con 56 persone quotidianamente impegnate nello sviluppo e nella manutenzione della rete elettrica regionale, gestisce in Abruzzo oltre 2.300 km di linee in alta e altissima tensione e 22 stazioni elettriche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete elettrica, Terna prevede in Abruzzo investimenti per 350 milioni euro fino al 2025

IlPescara è in caricamento