Padovano (Fipe-Confcommercio): "Attendiamo una mail dal Comune che autorizzi a tenere i tavolini all'aperto per bar e ristoranti"

Questo quanto chiede Riccardo Padovano, vice presidente vicario di Confcommercio all'assessore comunale alle Attività Produttive Alfredo Cremonese

I titolari di bar e ristoranti di Pescara attendono la e-mail da parte del Comune che autorizzi ufficialmente la possibilità di tenere i tavolini all'aperto senza dover pagare la tassa di occupazione per il suolo pubblico.
Questo quanto chiede Riccardo Padovano, vice presidente vicario di Confcommercio e rappresentante Fipe (federazione italiana pubblici esercizi) all'assessore comunale alle Attività Produttive Alfredo Cremonese. 

Padovano segnala di aver appreso dalla stampa, dopo la manifestazione di sabato in piazza Salotto, che Cremonese "ha accolto in toto e fatto sue le nostre richieste riguardo l’abolizione della tassa di occupazione di suolo pubblico per i tavoli all’aperto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Così come assicuratomi dall’assessore Cremonese", aggiunge Padovano, "basterà una mail per poter essere subito autorizzati a mettere i tavolini all’esterno, senza dover attendere venti giorni o più per l’ok all’autorizzazione. Si tratta sicuramente di un passaggio tutt’altro che secondario così come anche l’allargamento delle isole pedonali nella zona dove ricadono alcuni locali, anche questa richiesta poi recepita dall'amministrazione comunale. Noi vogliamo subito riaprire e farlo nelle regole, potendo usufruire di questi spazi all’aperto che potranno compensare almeno in parte gli oltre due mesi di chiusure, con danni economici e mancati guadagni che potranno essere appianati in mesi e mesi. Ma noi non ci abbattiamo e per questo vogliamo subito ripartire in una città come Pescara che ha nel commercio e nel terziario la sua essenza per cui, ora auspichiamo che a breve il Comune di Pescara dia il via libera ai "dehors", ovvero dei gazebo all’aperto con porte scorrevoli, sperando che il provvedimento (con il relativo regolamento), venga approvato in consiglio comunale, e tenendo conto che il problema del distanziamento rimarrà anche nei prossimi mesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I gilet arancioni manifestano a Pescara: “Cacciare Conte, sì a un nuovo parlamento”

  • Recuperata auto rubata a Pescara dopo inseguimento su autostrada A14 con veicolo abbandonato in discesa

  • Tragedia a Città Sant'Angelo, morta una bimba di 3 mesi e mezzo

  • Violenta rissa in via Rimini a Montesilvano con una ventina di persone coinvolte, 2 feriti [FOTO]

  • Sequestrate 10 auto nel parcheggio interno dell'aeroporto: l'assicurazione era scaduta

  • Febbo rassicura il settore dei giochi e scommesse: "Dalla conferenza Regioni è arrivato l'ok alla riapertura"

Torna su
IlPescara è in caricamento