rotate-mobile
Economia

Tassa di soggiorno a Montesilvano, Confesercenti: "La città rischia di morire"

Anche Confesercenti si unisce al coro di no delle associazioni di categoria riguardante la possibile introduzione di una tassa di soggiorno di 5 euro a Montesilvano per i turisti. "L'iter va bloccato immediatamente"

Confesercenti si unisce al coro dei no per la tassa di soggiorno che potrebbe essere introdotta a Montesilvano. Assieme a Federturismo Confindustria, infatti, l'associazione di categoria parla di una tassa che potrebbe uccidere la città.

Dagli operatori turistici appello all’Amministrazione per evitare il salasso sui turisti. Confesercenti: “Tarsu, Comune deve fermarsi o imprese chiuderanno”

"La logica da seguire sarebbe esattamente l’oppostae cioè spalancare le porte della città a chi porta risorse e occupazione, investire per migliorare servizi e accessibilità, fare di tutto per rilanciare l’unica industria montesilvanese. Per questa ragione restiamo contrari alla tassa di soggiorno e chiediamo l’immediato stop dell’iter avviato dal Comune" dichiarano gli albergatori.

"Chiediamo un incontro urgente proprio per far capire questo al Comune. E far capire anche il disastro che sta creando sulle imprese turistiche la decisione di aumentare la Tarsu di oltre il 16 per cento: le cartelle che stanno arrivando in questi giorni determineranno il prosciugamento della liquidità di decine di imprese, con immediate conseguenze sull’occupazione e la sopravvivenza delle imprese stesse" concludono gli albergatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa di soggiorno a Montesilvano, Confesercenti: "La città rischia di morire"

IlPescara è in caricamento