Martedì, 21 Settembre 2021
Economia

Tagli alle Province: il presidente Di Marco va in Procura

Il presidente della Provincia di Pescara ha presentato un esposto cautelativo alla Procura di Pescara riguardante i tagli imposti dal Governo che rischiano di portare l'ente al dissesto

Un esposto cautelativo per protestare contro i tagli imposti dal Governo e chiedere di approvare un nuovo provvedimento che eviti il dissesto. Anche il presidente della Provincia di Pescara Di Marco ha accolto l'appello del presidente UPI Variati di recarsi in Procura per chiedere certezze in merito al futuro degli enti provinciali.

Nel testo dell’esposto si evidenzia la situazione particolare della Provincia di Pescara che per il 2017 prevede entrate stimate di 27 milioni e 223 mila euro, di cui oltre 16milioni e 700mila dovranno essere riversate allo Stato. Le spese per le funzioni fondamentali ammontano a circa 25 milioni e 850.000 euro, per cui si rileva in partenza uno squilibrio di oltre 15 milioni di euro.

PROVINCE ITALIANE, PESCARA IN CODA PER LA QUALITA' DELLA VITA

Di Marco ha sottolineato come sia fondamentale avere i fondi per erogare servizi indispensabili come la manuntezione delle strade e degli istituti scolastici di competenza, senza considerare le spese per le emergenze ambientali e meteorologiche."Devo dire che sia i Sindaci dei 46 Comuni che i dirigenti scolastici sono al correte delle precise responsabilità del Parlamento, in questo momento perfino maggiori di quelle del Governo. E’ ormai chiaro chi e come deve intervenire subito per evitare il dissesto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli alle Province: il presidente Di Marco va in Procura

IlPescara è in caricamento