Nuovo grido d'allarme degli studenti fuori sede in Abruzzo: "Marsilio ci ha dimenticati, vogliamo i nostri diritti"

I giovani studenti e precari d'Abruzzo tornano a chiedere un sostegno economico per gli affitti a causa dell'emergenza Coronavirus

Studenti fuorisede e precari dimenticati dalla Regione Abruzzo. Nuovo grido d'allarme dei giovani studenti universitari che si trovano a Pescara e nel resto del territorio abruzzese che chiedono un sostegno economico al governatore Marsilio per l'emergenza Coronavirus. Moltissimi di loro, infatti, che lavoravano in modo precario, si sono ritrovati improvvisamente senza lavoro e le famiglie degli studenti non hanno avuto alcun beneficio o sussidio per il pagamento degli affitti universitari in questi due mesi di stop.

19 MILIONI PER STUDENTI FUORI SEDE, IMPRESE, PARTITE IVA E ASILI

Ed anche per il futuro allo stato attuale non ci sono in previsione misure, e dunque ci saranno ancora contratti d'affitto da recedere. Una situazione inaccettabile considerando anche l'insufficienza delle borse di studio ed il pagamento delle rate universitarie rimaste, ovvero quelle più onerose.

Non possiamo permettere che ci venga negato un diritto come quello allo studio per questo stiamo portando avanti una campagna con la rete nazionale Noi Restiamo: anche nelle università dell'Abruzzo vogliamo più residenze pubbliche, vogliamo una copertura totale delle borse di studio, vogliamo che i tirocini vengano retribuiti, che il materiale per la didattica a distanza sia accessibile a tutte e tutti, vogliamo l'abolizione dei test d'ingresso all'università e la sospensione della terza rata e di tutte le rette del prossimo anno.

Gli studenti hanno inviato una lettera ai rettori ed al presidente Marsilio, senza avere alcuna risposta, ed annunciano battaglia per i propri diritti in un sistema universitario fallimentare con un prevedibile ulteriore calo delle immatricolazioni:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanti altri contratti ancora dovremo recedere affinché ci ascoltino?! Quante iscrizioni ai corsi dovremo annullare affinché venga fatto qualcosa di concreto?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno scambio di sguardi e c'è il colpo di fulmine, l'appello di una ragazza pescarese alla ricerca del suo principe azzurro

  • Arriva a Pescara per il matrimonio della sorella ma scopre di essere ricercato: fermato all'aeroporto

  • Gli auguri di Pep Guardiola e Manuel Estiarte ad un commerciante di abbigliamento di Pescara [VIDEO]

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Studente chiama la polizia per un furto in casa, ma gli agenti trovano 6 chili di droga nella stanza del coinquilino [FOTO]

  • Acerbo aggiorna sulle sue condizioni di salute: "Le cose vanno molto meglio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento