rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Economia

"In Abruzzo la spesa pro capite per consumatore più alta (323 euro)", lo studio di Confesercenti sul Natale

Lo studio elaborato dall'associazione di categoria prevede spese in rialzo per gli acquisti natalizi nel 2021 rispetto al 2019

Un aumento di circa il 10 per cento per quanto riguarda la spesa pro capite dei consumatori del centro sud in Italia per le festiviità di questo Natale 2021.
La certificazione arriva dallo studio dell'osservatorio di Confesercenti che indica, rispetto al 2019, un aumento di circa il 10% della spesa pro capite per i consumatori del Mezzogiorno per le festività natalizie e, di conseguenza, un incremento (di circa il 13%) degli introiti per le attività commerciali di Campania, Calabria, Sicilia, Abruzzo, Sardegna, Puglia e Basilicata.

Il confronto, come segnala l'Adnkronos, è con i dati del 2019, ovvero quelli comparabili dal momento che il 2020 è stato funestato dalla pandemia e dai lockdown anche nel periodo di Natale.

L'Abruzzo è la regione che potrà contare su una spesa pro capite per consumatore più alta (con 323 euro a persona, nel 2019 era di 298), seguita dalla Sardegna (308 contro i 285 del 2019) e poi proprio dalla Campania e dalla Basilicata (241). Fanalino di coda la Sicilia con 144 euro, comunque superiori ai 120 del 2019). Sotto i 200 euro anche la Puglia (a quota 199) e la Calabria (a 191). Un aumento però dettato non solo dalla ripresa economica, ma anche dal rincaro dei prezzi in quasi tutti i settori coinvolti nel commercio Natalizio. La previsione di spesa ci dice che saranno spesi all'incirca 505milioni di euro in più (13%) rispetto al 2019.

Per quanto concerne i regali, con il lockdown del 2020 la moda aveva visto calare drasticamente le vendite rispetto agli anni precedenti, al contrario di tecnologia, giocattoli e libri, che grazie alle vendite online erano riusciti a migliore le vendite dell'anno precedente. La gastronomia rimane stabile nel tempo variando di poco le percentuali di vendita, grazie ai prodotti tipici delle festività. E così nel 2021 resta al primo posto con la percentuale del 35%, seguita da moda (22%), giocattoli (19%), tecnologia e libri (12%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In Abruzzo la spesa pro capite per consumatore più alta (323 euro)", lo studio di Confesercenti sul Natale

IlPescara è in caricamento