menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Silvi e Pineto in ginocchio dopo le mareggiate

Dopo alcuni sopralluoghi da parte del Genio Civile, della Capitaneria di Porto e dei sindaci interessati, il bilancio dopo il maltempo e le mareggiate a Silvi e Pineto è pesantissimo: più di 7 chilometri di spiagga devastata. Il CNA e la Fab chiedono interventi immediati

Se l'estate è iniziata ufficialmente da tre giorni, a Silvi e Pineto sembra essere passata una tempesta invernale. Dopo le piogge e le forti mareggiate dei giorni scorsi, dopo le temperature fredde che hanno scoraggiato i primi bagnanti di inizio stagione, ora si contano i danni.

Che, a quanto pare, sono ingentissimi. Il CNA e la Fab, infatti, hanno diffuso un comunicato dove si legge un primo bilancio delle conseguenze del maltempo sulle coste di Pineto e Silvi Marina, che sembrano essere le più colpite e danneggiate di tutto il litorale abruzzese.

Il Genio civile, insieme alla Capitaneria di Porto di Silvi ed ai sindaci interessati, ha effettuato un primo sopralluogo sulle spiagge, dal quale emerge che oltre sette chilometri sono stati completamente devastati, oltre a danni incalcolabili per i balneatori della zona, che chiedono un intervento immediato per non rischiare di perdere gran parte della stagione estiva.

In 48 ore, almeno cinque file di ombrelloni per stabilimento sono finite sott'acqua, ed altrettante sono in condizioni difficili.

Per la Fab, Federazione Autonoma Balneatori, servono degli interventi decisi e rapidi per ripristinare i tratti di spiaggia erosi dalle acque, attraverso delle pompe idrovore a disposizione delle Opere marittime, che consentirebbero di riutilizzare la sabbia sommersa dal mare, evitando così il trasporto ed utilizzo di nuovo materiale.

Intanto, sul fronte del meteo, le notizie non sono entusiasmanti: le temperature relativamente basse ed i violenti temporali potrebbero durare ancora diversi giorni.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento