Martedì, 21 Settembre 2021
Economia Montesilvano

Semaforo "killer" a Montesilvano: è tutto a norma?

Il consigliere comunale Di Stefano ha commissionato uno studio all'architetto Di Giampietro per capire se sia tutto in regola all'incrocio fra via Adige e Corso Umberto dove è stato installato il PhotoRed

Continuano ad infuriare le polemiche in merito alle migliaia di multe comminate in pochi mesi dal PhotoRed, il dispositivo installato nei pressi del semaforo fra via Adige e Corso Umberto. Il consigliere comunale Di Stefano ha commissionato uno studio all'architetto Di Giampietro per capire se tutte le norme sono state rispettate.

Ecco quanto accertato: "In effetti, da un sopralluogo condotto dal consigliere con il tecnico, risulta che il tempo di giallo varia lungo il tragitto di corso Umberto a Montesilvano. Esso è di circa quattro secondi al semaforo di viale Europa e di via Adige, ma è di circa 5 secondi al semaforo di via Marinelli. Questo diverso comportamento dei semafori lungo uno stesso tragitto  può creare un'impre- vedibilità della durata del tempo disponibile per l'arresto per l'automobilista. Inoltre, cosa ben più importante, nonostante non sia obbligatorio per legge, il preavviso del dispositivo semaforico con controllo del rosso, è fortemente raccomandato, soprattutto in un incrocio con forte congestione e confluenza di flussi, affinché gli automobilisti siano avvertiti in anticipo di usare una particolare attenzione per arrestarsi in tempo all'incrocio."

Problemi invece in merito alla segnaletica di avviso, posizionata a 100 metri dal semaforo e non entro gli 80 m come prescritto dalla legge, in una posizione praticamente invisibile a causa delle automobili parcheggiate lungo la carreggiata. Inattuabili invece le proposte del contatore di secondi per il giallo e della rotatoria sostitutiva al semaforo.

SEMAFORO "KILLER", IL COMUNE RADDOPPIA

"Il tecnico consiglia comunque di uniformare il tempo di giallo su tutti gli impianti di corso Umberto e di raddoppiare la segnaletica di preavviso dell'impianto Photored, rendendola anche luminosa. Il consigliere Gabriele Di Stefano, del gruppo misto del comune di Montesilvano, fa sua la proposta, anche per voler rispondere ai cittadini, e confermare la volontà dell'amministrazione di migliorare la sicurezza stradale, consentendo agli automobilisti di non commettere imprudenze, dando la certezza che il dispositivo non serva per fare cassa". Ricordiamo che un altro dispositivo è stato installato anche all'incrocio con via Marinelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Semaforo "killer" a Montesilvano: è tutto a norma?

IlPescara è in caricamento