rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia

Saldi in Abruzzo, calo del 9%

Dati negativi anche per i saldi estivi in Abruzzo. Nonostante il bonus di 80 euro in busta paga, gli acquisti durante il periodo di promozioni iniziato il 5 luglio, sono scesi anche nella nostra Regione in modo sensibile

Saldi deludenti per i commercianti abruzzesi.
E' quanto emerge dai primi dati diffusi dal Codacons, riguardanti i saldi estivi iniziati il 5 luglio nella nostra Regione. Rispetto al 2013, c'è stato un calo negli acquisti del 9%.

Un trend negativo, che segue la falsariga di quello nazionale, dove i cali si sono attestati in media fra il 5 e l'8%. Secondo Rienzi, presidente del Codacons, il bonus di 80 euro del Governo Renzi nelle buste paga dei dipendenti non ha di fatto sortito alcun effetto, in quanto i consumatori hanno dirottato i propri denari verso l'acquisto di beni di prima necessità o per il pagamento di tasse.

"Ora il Premier Renzi deve fare qualcosa per salvare il settore del commercio. La prima mossa è senza dubbio liberalizzare i saldi, così come avviene nel resto del mondo, in modo da creare molteplici occasioni d'acquisto per i consumatori spalmate su tutto l'anno, e consentire ai negozianti di scegliere quando e come scontare la propria merce per attrarre clientela" ha detto Rienzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi in Abruzzo, calo del 9%

IlPescara è in caricamento