Economia

Saldi 2013, l'allarme di Confcommercio: "Acquisti crollati del 25% in città"

Sono dati estremamente negativi, allarmanti quelli che arrivano dalla Confcommercio in merito ai saldi 2013 in città. Cali di fatturato fra i commercianti del centro anche oltre il 25%

Scendono parecchio i fatturati e gli acquisti per i saldi 2013 in città.

Lo rivela l'ultimo sondaggio di Confcommercio fra i propri associati del centro, negozianti che vedono con grande preoccupazione il 2013.

Nei primi giorni i dati sulle vendite erano incoraggianti, ma a conti fatti il calo complessivo supera il 25% in molti casi.

Oltre il 95% ha registrato un decremento, ma soprattutto quasi la metà di loro ha evidenziato cali oltre il 50%. Si tratta del periodo più difficile per il settore commerciale, che teme chiusure a raffica per l'anno in corso. Fra Imu e Tares, i costi continuano a lievitare.

Senza considerare la minore disponibilità da parte delle famiglie per gli acquisti. Soffrono soprattutto i settori delle calzature e abbigliamento.

SALDI: PARLANO I COMMERCIANTI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi 2013, l'allarme di Confcommercio: "Acquisti crollati del 25% in città"

IlPescara è in caricamento