L'azienda pescarese "Rustichella d'Abruzzo" batte il Covid e chiude l'anno aumentando del 10% il fatturato

Lo ha reso noto lo studio del Sole 24 ore "Rapporto Centro" che analizza l'andamento delle aziende del centro Italia

Nonostante la crisi generata dal Coronavirus, nel Pescarese c'è un'azienda che ha vinto la sfida ed ha incrementato del 10% circa il fatturato nel 2020. Si tratta della "Rustichella d'Abruzzo", come emerge dal "Rapporto Centro" del Sole 24 ore che analizza l'andamento delle aziende delle regioni del centro Italia ovvero Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise e che domani sarà in edicola con il quotidiano.

L'azienda produttrice di pasta artigianale, nata a Penne nel 1924 ed attualmente con sedi a Moscufo e Pianella, ha visto crescere il fatturato che passa dagli 11,4 milioni del 2019 a 12,4 milioni previsti a fine anno. Cresce anche del 7% la produzione secondo i dati del 31 agosto, anche per effetto del lockdown che ha visto un aumento generalizzato dell'acquisto di generi e prodotti alimentari. L'impresa ha recentemente aperto un nuovo stabilimento a Pianella che a breve andrà a pieno regime.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Pesca illegale lungo il fiume Pescara di cefali, anguille e capitoni: controlli e sanzioni della guardia civile ambientale [FOTO]

Torna su
IlPescara è in caricamento