Ritirata la variazione di bilancio: Pdl "Motivi tecnici" PD "Fallimento della Giunta"

Durante la seduta del Consiglio Comunale di ieri, è stato ritirata la delibera del centrodestra riguardante la variazione di bilancio di circa 3 milioni di euro. Pdl: "Rinviata per motivi tecnici, siamo una coalizione unita", PD: "Fallimento che dimostra l'incapacità del centrodestra"

Se la seduta del consiglio comunale di ieri era attesa soprattutto per l'annunciato "sciopero" dei sette consiglieri di Pescara Futura, uno dei temi centrali dell'assemblea era sicuramente l'approvazione della variazione di bilancio, presentata dal centrodestra. Una manovra da circa 3 milioni di euro, di cui 2,5 milioni destinati alla riqualificazione dei quartieri periferici della città ed interventi urbani sulla Tiburtina.

La maggioranza, però, ha deciso di ritirare la delibera, dopo un lungo dibattito in aula riguardo l'utilizzo dei fondi previsti nella variazione di bilancio.

Il centrodestra, con il capogruppo Sospiri e l'assessore Seccia, dichiara di aver ritirato e rinviato il provvedimento per motivi "tecnici".

"La delibera inerente la manovra da 3 milioni di euro è stata rinviata al prossimo consiglio comunale per un semplice motivo burocratico. Mancava, infatti, il documento di variazione tecnica da accostare a quello delle variazioni dei flussi economici che invece era disponibile. Per rispettare quel principio di trasparenza amministrativa che ci contraddistingue, abbiamo deciso quindi di spostare la votazione e la conseguente approvazione" spiega Seccia.

Sospiri invece focalizza l'attenzione sulla ritrovata compattezza del centrodestra: "La seduta di oggi è stata molto importante perchè ha dimostrato come la coalizione sia compatta, pur rispettando il normale dibattito e la dialettica democratica interna alla maggioranza, stimolo importante per continuare ad operare scelte concrete ed importanti per la città.
Lo stesso Masci ha confermato che in questi mesi sono stati gettati "semi" importanti per la città che presto daranno i loro frutti."

Di tutt'altro avviso il PD e l'opposizione cittadina, che classifica il ritiro della variazione di bilancio come una sconfitta su tutti i fronti per la maggioranza, ed una testimonianza palese dell'incapacità di governo della Giunta.

"La variazione di bilancio da esaminare, avrebbe dimostrato come il tanto annunciato "Buco di bilancio" prima da 3, poi da 5 milioni di euro, si sarebbe dimostrato un clamoroso bluff. Finalmente infatti tutti avrebbero potuto conoscere lo stato di piena salute delle casse comunali, ed invece abbiamo assistito ad un teatrino sconcertante riguardo il presunto progetto di riqualificazione delle periferie per 1,2 milioni di euro" dichiarano i consiglieri del PD.

Per il PD, la maggioranza avrebbe tentato di dirottare fondi destinati ad altre importanti opere da realizzare, come la sistemazione di via Milli e di via Intermesoli, verso "generici" interventi di riqualifica e manutenzione.

"E' così miseramente fallito, con il ritiro della delibera, il tentativo dell'assessore Teodoro di avere carta bianca e mano libera su come spendere i soldi pubblici per la manutenzione della città" conclude il PD.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento