rotate-mobile
Economia Tocco da casauria

Prosegue l'iter per il riconoscimento della Docg "Casauria" per i produttori vitivinicoli della zona

La prossima importante tappa sarà ad Alanno il 25 gennaio nell'ambito del percorso dei produttori di vino della zona di Casauria per avere la terza denominazione abruzzese Docg

Prosegue l'iter per l'ottenimento della terza Docg abruzzese denominata "Casauria", per contraddistinguere i produttori vitivinicoli della zona. Il 25 gennaio ad Alanno ci sarà l'incontro pubblico dove i portatori d'interesse potranno presentare le loro osservazioni.

Si tratta dello step successivo dopo l’approvazione del comitato scientifico (Concezio Marulli, presidente dell’associazione Casauria). Effettuata anche la pubblica audizione ci sarà la riunione del comitato vini e di conseguenza il decreto attuativo e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, della Docg Casauria. Se tutto filerà come da programma, per la prossima vendemmia il riconoscimento potrebbe già essere attivo.

La Docg Casauria nasce dalla necessità dei produttori dell’area casauriense (Vedi Allegato) di dare un’identità ben definita al territorio, già sottozona Montepulciano Doc Casauria ad alta vocazione vitivinicola. L'iniziativa è stata presentata al pubblico ad Alanno durante il convegno pubblico organizzato dall'istituto agrario Cuppari come dichiara il presidente Marulli:

“Con l'istituto “Cuppari” di Alanno è già in essere un percorso di collaborazione che ha portato alla formazione di diversi studenti nel corso di viticoltura ed enologia, attraverso stage formativi nelle cantine dell’associazione Casauria, tale percorso continuerà anche in futuro per garantire giovani preparati”

Alla riunione saranno presenti produttori ovviamente, organizzazioni professionali e di categoria, Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo, organismi di controllo, enti territoriali, nonché l’assessore regionale all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, Roberta Cafiero, Andrea Squarcia e Beatrice Bernabei in rappresentanza del Ministero dell’Agricoltura, Anna Maria Di Ciolla in rappresentanza del comitato Vini Dop e Igp, quale referente territoriale della Regione Abruzzo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosegue l'iter per il riconoscimento della Docg "Casauria" per i produttori vitivinicoli della zona

IlPescara è in caricamento