rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia

Regolamento del piano di risanamento acustico, Cremonese rassicura: "Un tavolo per condividere le scelte, ascolteremo tutti"

L'assessore comunale al commercio intende creare un tavolo istituzionale per focalizzare l'attenzione su quali dovranno essere i temi centrali per cui prevedere misure: il confronto con residenti ed esercenti, sottolinea, è e sarà fondamentale

Non dovrà esserci nessuna penalizzazione né per gli esercenti né per i residenti.

L'assessore al commercio Alfredo Cremonese, il giorno dopo l'approvazione in consiglio comunale del piano di risanamento acustico rassicura e sul proseguo delle attività che dovranno portare al regolamento da adottare ha già chiesto, spiega a IlPescara, di convocare una riunione e creare un tavolo per focalizzare l'attenzione su quei provvedimenti prioritari che si intendono adottare. Fissare, in sostanza, dei veri e propri obiettivi.

L'idea è quella di creare un comitato allargato in cui oltre a lui, dovranno sedere il sindaco, gli assessori, i capigruppo e i presidenti delle commissioni che, anche attraverso il confronto con residenti e associazioni di categoria, dovranno decidere il contenuto del regolamento. Cremonese spiega che, guardando ad altre città, il piano è stato adottato in alcuni casi dall'assessore al commercio, in altri, ad esempio, da quello alla polizia municipale e in altri ancora addirittura da quello all'ambiente e che nei singoli casi si è deciso di focalizzare l'attenzione su alcuni provvedimenti: chi ha preferito più controlli di polizia, chi ambientali, chi sonori e così via. I tempi, visto che il documento comunque dovrà ripassare in consiglio, non sono immediati e dunque l'attività potrebbe iniziare subito dopo le vacanze estive sebbene un primo incontro non si esclude potrebbe esserci anche prima. “Le regole vanno condivise tra le parti – afferma Cremonese -. Il problema è di tutti e dunque va trovato un punto di equilibrio ecco perché è necessario lavorare sodo per capire e disciplinare un settore che in tutta Italia non è disciplinato e che oggi sta diventato, ovunque, un tema da affrontare. Ovviamente i dirigenti saranno fondamentali per capire quali siano le misuri più importanti da applicare, quelle su cui puntare”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regolamento del piano di risanamento acustico, Cremonese rassicura: "Un tavolo per condividere le scelte, ascolteremo tutti"

IlPescara è in caricamento