menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, tagli significativi alle politiche sociali

La Cgil ed il PD protestano duramente contro la Giunta Chiodi che ha deliberato un taglio del 76% sui fondi destinati alle politiche sociali nella Regione. Marinella Slocco, consigliere regionale, promette battaglia

Arrivano commenti estremamente duri e proteste formali da parte del Partito Democratico abruzzese che, insieme alla Cgil, protesta contro la delibera della Giunta regionale Chiodi che prevede un taglio del 76% sui fondi destinati alle politiche sociali in tutta la Regione.

In particolare, sarebbero oltre 15 i milioni di euro che i servizi sociali ed il settore dell'assistenza perderanno già a partire dal 2009.

Un taglio che Marinella Sclocco, consigliere regionale dell'opposizione, giudica come irrazionale e privo di ogni significato. "Il settore dei servizi sociali in Abruzzo già si trova agli ultimi posti nelle graduatorie nazionali, con questo taglio, che di fatto andrebbe quasi ad azzerare i fondi a disposizione dei servizi sociali, delle comunità montane e degli enti no profit che si occupano di sociale, ci sarebbe un crollo totale".

A risentirne, in particolare, sarebbero i Comuni più piccoli, che si troverebbero in grave difficoltà nel sanare il buco, costretti a tagliare gran parte dei servizi che già, in alcuni casi, sono insufficienti.

"I disagi più gravi li avrebbe chi è già in difficoltà, i più deboli, come i malati, le famiglie povere, i disoccupati e gli anziani", conclude la Sclocco.

Intanto anche la Cgil è pronta a mobilitarsi, e promette manifestazioni di protesta affinchè il decreto venga modificato.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento