rotate-mobile
Economia

Radioterapia oncologica: Pettinari vuole risposte dal Presidente D'Alfonso

Il consigliere regionale Pettinari torna sulla questione del reparto di radioterapia oncologica dell'ospedale di Pescara, dove si registrano disagi e ritardi nell'erogazione dei servizi

Mancanza di personale, macchinari obsoleti, file e ritardi per l'erogazione delle prestazioni e soprattutto un inspiegabile e sospetto ostruzionismo per l'ammodernamento delle macchine. Il consigliere regionale Pettinari interviene in merito alla questione del reparto di radioterapia oncologica dell'ospedale di Pescara.

Da anni ormai pazienti e personale lamentano gravi problematiche che si ripercuotono sulla qualità delle prestazioni, con lunghe attese per i pazienti e ritardi ingiustificati, causati da macchinari ormai poco efficienti e che fra manutenzione e convenzioni d'affitto hanno costi esorbitanti, più alti rispetto all'acquisto di nuovi dispositivi.

RADIOTERAPIA, MALATI DI TUMORE SENZA MACCHINARI PER LE TERAPIE

Pettinari ha evidenziato poi l'ostruzionsimo e l'assenza di risposte concrete nonostante le continue sollecitazioni fatte dai consiglieri del M5S che chiedono immediatamente di revocare le convenzioni esose ancora attive e poco convenienti dal punto di vista economico, agendo contemporaneamente sul rinnovo delle macchine, in particolare sull'arrivo del nuovo acceleratore già acquistato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Radioterapia oncologica: Pettinari vuole risposte dal Presidente D'Alfonso

IlPescara è in caricamento