rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Economia

Raddoppio ferroviario Pescara-Roma, Pagliuca (Confindustria): "I fondi ci sono, il governo velocizzi la realizzazione"

Per il presidente degli industriali della sezione Pescara-Chieti gli ostacoli vanno superati senza fare inutili polemiche: la realizzazione deve restare una priorità alla luce dei vantaggi sociali ed economici che garantirebbe l'infrastruttura

Il raddoppio ferroviaria della Pescara-Roma va fatto: i fondi ci sono e l'appello al governo è di velocizzarne la realizzazione. A lanciarlo è il presidente di Confindustria Chieti-Pescara Silvio Pagliuca che va dritto al cuore della questione: “dobbiamo utilizzare i fondi europei a disposizione, 2,3 miliardi dal pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza e 50 milioni per la Zes (Zona economica speciale), per potenziare le infrastrutture: porti, ferrovie, aeroporti, autostrade. Trasformare l’Abruzzo nella piattaforma logistica di tutto il centro sud. In questo contesto, la velocizzazione della linea ferroviaria Roma-Pescara è un’opera prioritaria per l’Abruzzo che consentirà uno sviluppo in termini di merci e persone lungo l’asse est-overt. Scommettendo sui Porti di Ortona e Vasto, sugli interporti e sull’aeroporto. Tutto questo per assicurarci un futuro”.

Non c'è spazio per le polemiche dunque per Pagliuca che chiede una cosa sola: che il raddoppio ferroviario resti una priorità. “Queste grandi infrastrutture devono costituire un network unico collegato fisicamente con le infrastrutture dell’ultimo miglio e digitalmente, per costituire la grande piattaforma logistica dell’Italia centrale verso i corridoi europei, il basso Mediterraneo e verso la rete infrastrutturale internazionale. Per questo – incalza - sosteniamo di voler andare velocemente dritti all’obiettivo, ora che gli investimenti e i progetti per la velocizzazione della rete ferroviaria sono tangibili, diventano anche premessa per aspirare all’alta velocità e alta capacità; nella nostra regione più di un milione e 300mila cittadini cittadini potranno usufruire di un ecosistema economico positivo”.

Un'infrastruttura utile ai cittadini, ma anche alle imprese, prosegue il presidente di Confindustria, dato che la realizzazione del raddoppio darebbe, sostiene, immediati benefici sia alle persone che viaggiano, ma anche alle merci “migliorando i tempi di time to market dei prodotti e di approvvigionamento delle materie prime”. A tutto questo, sottolinea Pagliuca, si aggiungerebbe “l’aumento dell’attrattività del territorio per investimenti, grazie a una aumentata competitività del sistema logistico e anche una riduzione dell’inquinamento e nel complesso una migliore qualità della vita delle persone. Le ricadute del settore turistico, rilevante settore economico della nostra regione, saranno altresì importantissime se immaginiamo che in tal modo l’Abruzzo diventerà lo sbocco sull’Adriatico e verso il Medio Oriente della regione Lazio e il nostro aeroporto – conclude - fungerà di fatto da terzo aeroporto di Roma”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio ferroviario Pescara-Roma, Pagliuca (Confindustria): "I fondi ci sono, il governo velocizzi la realizzazione"

IlPescara è in caricamento