Economia

Nuovo Dpcm, scatta la protesta a Pescara: corteo da piazza Muzii fino al Comune

Appuntamento domani pomeriggio alle 18. Intanto Riccardo Padovano, presidente del Fipe/Confcommercio, evidenzia che “le misure annunciate dal governo costeranno altri 2,7 miliardi di euro alle imprese del pubblico esercizio”

Dalle parole ai fatti: il nuovo Dpcm fa scattare la protesta a Pescara. Domani pomeriggio, alle ore 18, un corteo muoverà da piazza Muzii fino al Comune per "manifestare contro la mala gestione di questa emergenza sanitaria", si legge in una nota. "Bisogna mobilitare parenti, amici, fornitori e collaboratori. Bisogna protestare contro l'arroganza e l'incapacità del governo. Ora basta. Abbiamo sopportato abbastanza".

Intanto Riccardo Padovano, presidente del Fipe/Confcommercio, evidenzia che “le misure annunciate dal governo costeranno altri 2,7 miliardi di euro alle imprese del pubblico esercizio, bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie etc. Se non accompagnate da contemporanee e proporzionate compensazioni di natura economica, sarebbero il colpo di grazia per i pubblici esercizi italiani, che già sono in una situazione di profonda crisi, con conseguenze economiche e sociali gravissime”.

Padovano precisa poi che "gli imprenditori di questo settore si stanno dimostrando persone responsabili, che rispettano rigorosamente i protocolli sanitari loro imposti, che non possono reggere ulteriormente una situazione che decreterebbe la condanna a morte per migliaia di imprese. È evidente che non si possono far ricadere le responsabilità del ritorno dell'epidemia sul nostro comparto: sono altri i fattori che hanno purtroppo causato una nuova emergenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm, scatta la protesta a Pescara: corteo da piazza Muzii fino al Comune

IlPescara è in caricamento