menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aurelio Malvone

Aurelio Malvone

Proroga superbonus edilizio, la delusione delle piccole imprese: "Andare oltre il 2022"

Aurelio Malvone, presidente di Cna Costruzioni Abruzzo, esprimendo contrarietà per un provvedimento in dirittura d’arrivo in parlamento, parla di "proroga troppo limitata" per quella che sarebbe una "occasione unica per il rilancio del settore"

Sulla proroga del superbonus edilizio si registra la delusione delle piccole imprese. Aurelio Malvone, presidente di Cna Costruzioni Abruzzo, esprimendo contrarietà per un provvedimento in dirittura d’arrivo in parlamento, parla di "proroga troppo limitata" per quella che sarebbe una "occasione unica per il rilancio del settore" e chiede di "andare oltre il 2022":

"La proroga del superbonus 110% solo al 2022, con la formula dei “sei mesi più sei”, i secondi dei quali consentiti solo per il completamento dei lavori avviati che avranno superato la soglia del 60% dell’avanzamento, è molto deludente".

Per Malvone "c’è il forte rischio che le lungaggini burocratiche e i tempi particolarmente lunghi della pubblica amministrazione, soprattutto per il rilascio dei permessi di costruzione, possano rallentare e ritardare ulteriormente le aperture dei cantieri, mettendo a serio rischio la possibilità che possano essere completati entro i termini stabiliti dalle ultime disposizioni. Per questo occorre prevedere misure che accelerino, soprattutto a livello comunale, dove pesano le carenze di personale, le procedure per l’apertura dei cantieri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento