rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Economia

Sfide del pnrr: i professionisti della Cida si mettono a disposizione delle amministrazioni

Il segretario regionale della confederazione Florio Corneli scrive a Marsilio chiedendo il coinvolgimento per poter aiutare i sindaci e gli enti che ne hanno bisogno a snellire le pratiche burocratiche e realizzare gli interventi nei tempi previsti

La Cida (Confederazione italiana dei dirigenti e delle altre professionalità) si mette gratuitamente a disposizione delle amministrazioni abruzzesi per supportarle nella sfida del pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza). Una mano in più, fatta di professionisti, per snellire e semplificare i procedimenti burocratici delle attività che saranno finanziate. Una realtà, quella del Cida che esiste da oltre 70 e che conta 300mila dirigenti in tutta Italia.

In Abruzzo il segretario è Florio Corneli che la disponiblità della confederazione l'ha comunicata al presidente della Regione Marco Marsilio e ai vertici delle amministrazioni provinciali e comunali l'ha comunicata con una lettera ricordando che il pnrr prevede “che gli enti territoriali abbiano un ruolo di primo piano e con una precisa definizione dei modelli di partnership pubblico-privato”. Di qui l'esigenza di mettere insieme, spiega ancora Corneli, “le reciproche e migliori competenze disponibili si possono raggiungere risultati di grande positività per l’efficace gestione del programma”. “Riteniamo quanto mai utile – scrive la Cida - mettere a disposizione della comunità le nostre professionalità manageriali e tecniche, nella convinzione che sia necessaria un’interlocuzione diretta su questi temi, coerente con il nostro ruolo di parte sociale, ma soprattutto con il supporto concreto che potremmo portare alla luce delle competenze di cui disponiamo”. A Marsilio chiede quindi “di volerci coinvolgere nei tavoli e nelle cabine di regia che saranno predisposti a livello regionale”.

La Cida nel settore pubblico è la seconda confederazione maggiormente rappresentativa presso Aran per le aree dirigenziali e ad essa sono associate Federmanager, Manageritalia e Fidia, che firmano in esclusiva i contratti della dirigenza con Confindustria, Confcommercio e Ania, oltre che con associazioni che rappresentano aziende ed enti economici del settore pubblico. Aderiscono inoltre le Federazioni del personale direttivo della banca d’Italia e della Consob, della sanità pubblica e no profit, dell’agricoltura e dell’ambiente, della scuola e della ricerca universitaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfide del pnrr: i professionisti della Cida si mettono a disposizione delle amministrazioni

IlPescara è in caricamento