menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pizza patrimonio dell'umanità? Anche a Pescara la raccolta firme

Sabato 27 febbraio anche a Pescara nel mercato di Campagna Amica di Coldiretti sarà possibile partecipare alla raccolta firme per chiedere di tutelare la pizza italiana come patrimonio dell'umanità

Una raccolta firme di Coldiretti, per chiedere di tutelare la pizza italiana come patrimonio dell'umanità. Anche nei mercati di Campagna Amica di Pescara sabato 27 gennaio sarà possibile firmare la petizione da inviare a Parigi dove verrà ufficialmente avanzata la proposta.

Appuntamento in via Paolucci nel mercato di Coldiretti dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30. Sarà possibile firmare anche a eramo (piazza Madonna delle Grazie, dalle 8 alle 13.00) e San Giovanni Teatino (Galleria Woytila, dalle 8.00 alle 13.00).

La Pizza Napoletana, fa sapere Coldiretti, da ormai 6 anni è riconosciuta come specialità tradizionale tutelata dall'Unione Europea, ma ora si punta ad un riconoscimento mondiale, considerando la diffusione di imitazioni in tutto il mondo, soprattutto in Asia e negli States.

"La raccolta firme è solo un primo passo per la tutela di un prodotto che dovrebbe essere il simbolo incontrastato della materia prima agricola italiana. L’obiettivo è consentire il reperimento di tutte le materie prime necessarie a produrre una buona pizza sul territorio italiano, a cominciare dalla farina, che potrebbe essere reperita anche attraverso il marchio Fai (firmato agricoltori italiani), i consorzio agrari tra cui il Cadam e alcuni molini locali." ha dichiarato Coldiretti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento