Economia

Anche il farro di Abbateggio fra piccoli produttori agroalimentari da sostenere con un'adozione a distanza

L'iniziativa nasce dalla collaborazione fra i "Borghi più belli d'Italia" e "Coltivatori di Emozioni

Valorizzare, sostenere e tutelare i piccoli produttori agroalimentari dei borghi più belli d'Italia, attraverso una sorta di "adozione a distanza" in cambio di prodotti tipici del posto. L'iniziativa è stata ideata dall'associazione "I Borghi più belli d’Italia" e "Coltivatori di Emozioni". Tutti gli utenti potranno accedere alla piattaforma e scegliere qualche produttore agroalimentare sostenere con un contributo economico, per riuscire a salvare lo straordinario patrimonio enogastronomico fatto di tante piccole eccellenze sparse lungo lo Stivale, che rischiano a causa della crisi dovuta alla pandemia di sparire.

Il progetto ha come rappresentante d'eccezione lo chef Simone Rugiadi. Il sito web di riferimento è https://coltivatoridiemozioni.com/borghipiubelliditalia/

Per l'Abruzzo è presente il farro di Abbateggio. Ad ogni utente che adotterà un produttore, saranno spediti prodotti tipici del territorio, e contribuirà con un buono lavoro di un ora destinato al produttore adottato, che potrà usarlo per le varie attività lavorative (semina, vendemmia, raccolta, lavorazione ecc.), dando un’occupazione ai giovani che risiedono nel borgo e inserendoli così nel tessuto produttivo del territorio, contribuendo a conservare la tradizione di quel luogo. I sostenitori potranno anche conoscere a distanza i borghi e territori che stanno sostenendo, in attesa di poter tornare a viaggiare e recarsi di persona sul posto.

Le tipologie di adesione all’iniziativa sono tre: più alta sarà la donazione e più saranno le ricompense in prodotto che si potranno ricevere e le ore-lavoro donate ai produttori. Paolo Galloso, fondatore di "Coltivatori di Emozioni":

“La protezione dei nostri patrimoni e la riscoperta delle coltivazioni tradizionali delle aree rurali italiane costituiscono l’energia che anima il nostro progetto. Tutti noi abbiamo il dovere di salvaguardare le tradizioni e le tipicità italiane. Crediamo che attraverso la collaborazione con I borghi più belli d'Italia possiamo coinvolgere tutti quei piccoli produttori italiani che con coraggio hanno deciso di portare avanti produzioni in territori unici ma difficili"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il farro di Abbateggio fra piccoli produttori agroalimentari da sostenere con un'adozione a distanza

IlPescara è in caricamento