rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Economia

Al via anche a Pescara la rottamazione delle cartelle esattoriali

Parte la sanatoria per il recupero dei tributi locali o multe non pagati negli ultimi 16 anni. Si potrà estinguere il debito nei confronti del Comune versando solo l'importo del tributo, al netto di sanzioni e maggiorazioni ulteriori, ma non degli interessi di mora

Prima il Regolamento. L’Ente sta in questi giorni approntando la macchina per la “sanatoria”. Il comparto Amministrativo ha preparato un regolamento ad hoc che oggi è stato discusso in Commissione Tributi con la relativa delibera, e che si conta di vedere presto approvato in Consiglio Comunale, forse già nella seduta del 27 gennaio, in modo da farlo camminare con il bilancio.

Come funziona. Gli interessati dovranno fare domanda entro il 2 maggio 2017, utilizzando il modello che verrà predisposto e pubblicato anche sul sito del Comune. Sul modello si specificheranno tasse da sanare e modalità di pagamento. Si potrà estinguere il debito in un’unica soluzione entro 31 luglio, oppure in massimo 4 rate entro il 30 settembre 2018. In ogni caso si verifichi un mancato pagamento o un ritardo, la sanatoria decade e si riattiva la procedura ordinaria di recupero delle somme. Naturalmente chi farà la domanda sospenderà i termini di prescrizione e decadenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via anche a Pescara la rottamazione delle cartelle esattoriali

IlPescara è in caricamento