rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Pescara: prezzi delle case in calo del 3,4% in un anno

Tra i capoluoghi abruzzesi, Pescara è la città che fa segnare il calo più significativo dei prezzi al mq. Trend simile anche per il costo degli affitti, con -2,1% nell’ultimo anno

Prezzi in calo, più che nel resto della regione. È questo il quadro che emerge dall’ultimo Osservatorio di Immobiliare.it sul mercato della vendita delle case a Pescara. Da marzo 2017 a marzo 2018, infatti, l’andamento dei prezzi ha fatto segnare il -3,4%. Nessun capoluogo, in Abruzzo, ha fatto peggio: -1,9% a Teramo e -1,2% a L’Aquila, con Chieti che ha addirittura registrato una crescita del 2,8%.

Case in vendita a Pescara, il costo medio è di 1.793 euro al metro quadro

In ogni caso, la città di D’Annunzio si conferma quella con i prezzi più alti nell’intera regione: per comprare casa a Pescara servono in media 1.793 euro al metro quadro, contro i 1.645 de L’Aquila, i 1.378 di Chieti e 1.173 di Teramo. Negli ultimi mesi, però, il trend di calo dei prezzi è stato molto più contenuto rispetto a quello annuale, con una variazione di -1,8% su base semestrale e di -1,3% su base trimestrale.

A Pescara le case costano 150 euro/mq in più rispetto alla media delle città italiane con meno di 250mila abitanti, che però tra marzo 2017 e marzo 2018 hanno fatto segnare un -1,2% nell’andamento dei prezzi a fronte del già citato -3,4% del capoluogo abruzzese. Trend simile anche nei prezzi degli affitti: a Pescara si pagano in media poco più di 7 euro al metro quadro, con un calo del 2,1% in un anno. Nella regione però è L’Aquila a fare peggio con una riduzione del prezzo degli affitti del 3% rispetto allo scorso anno, mentre a Chieti (+3,9%) e Teramo (+3,6%) i prezzi sono saliti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara: prezzi delle case in calo del 3,4% in un anno

IlPescara è in caricamento