Economia

Pescara, mense scolastiche: scende il costo dei pasti, aumenta la qualità

L'amministrazione comunale, con il sindaco Alessandrini e l'assessore Di Iacovo, ha presentato le prime importanti novità riguardanti il servizio di refezione scolastica. Passa da 4 euro a 3,50 euro il costo dei singoli pasti

Scendono i costi, aumenta la qualità.
E' questo lo slogan dell'amministrazione comunale di Pescara riguardante il servizio delle mense scolastiche. Dal 3 ottobre infatti ci saranno diverse novità dopo l'affidamento del nuovo appalto da 16.698.352,56 alla ’ATI Cir Food s.c. - Bioristoro Italia fino all'anno scolastico 2019/2020.

Scende sensibilmente il costo di ogni pasto: si passa dai 4,07 euro a 3,56 euro, un risparmio notevole per le famiglie che avranno contemporaneamente anche una maggiore garanzia di qualità per i piatti e prodotti serviti.

Sindaco ed assessore hanno anche annunciato l'istituzione della Commissione mense, nella quale siederanno anche rappresentanti dei genitori, in modo da condividere a tutto campo l'attività di gestione del servizio.

"Questo traguardo, che peraltro non era scontato, è stato costruito insieme ad altri compagni di viaggio, che saranno ulteriori garanti della qualità a cui il nuovo servizio punta: già da due anni collaboriamo con Coldiretti e l’associazione ISA che si occupa di prevenzione sanitaria e alimentare, perché il materiale richiesto per le mense sia stagionale, territoriale e a filiera corta.
Ora questa che sembrava una lontana ambizione diventa realtà dal 3 ottobre e saremo noi i primi controllori, perché se è diritto di ogni bambino avere cibo buono, di qualità e sano, è un preciso dovere e, in questo caso, volere dell’Amministrazione, fare in modo che tale diritto sia diffuso e reale”
hanno dichiarato Alessandrini e Di Iacovo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, mense scolastiche: scende il costo dei pasti, aumenta la qualità

IlPescara è in caricamento