rotate-mobile
Economia

Pescara: dopo 20 anni di attesa sarà completata la Strada Pendolo

Presentazione ufficiale dei lavori che l'amministrazione comunale avvierà per completare il progetto della strada di collegamento fra il Ponte della Libertà ed i quartieri di San Donato, Rancitelli e Fontanelle

La Strada Pendolo non sarà più un'incompiuta. Dopo 20 anni di attesa, l'arteria di collegamento fra il Ponte della Libertà, Fontanelle, San Donato e Villa del Fuoco sarà finalmente completata. L'amministrazione comunale ha presentato ieri il progetto dei lavori, che a breve diventeranno operativi grazie alla delibera di Giunta che prevede 18 milioni di euro di fondi avuti dal Bando delle Periferie della Presidenza del Consiglio.

Il vicesindaco Blasioli ha spiegato che si tratta di una strada di 2,2 km di lunghezza da via del Circuito fino a via Rio Sparto. Un'arteria stradale cruciale che, come ha aggiunto l'assessore Cuzzi, avrà anche una valenza sociale per riqualificare e rendere più sicura la periferia della città, come già avvenuto lungo le strade già soggette a lavori di riqualificazione.

STRADA PENDOLO NEL DEGRADO

Blasioli ha spiegato:

Una strada di attraversamento importante perché unisce due parti della città per un totale di 2,2 km. da via del Circuito fino a via Rio Sparto, che consente di tagliare la città con un asse che “pendolarizza” gli spostamenti da nord a sud e che libera le stradine di quartiere come via Chienti. Dall’ospedale e, attraverso il Ponte della Libertà, via San Luigi Orione e via Lago di Capestrano oggi questa arteria s’interrompe di fronte a un muro, la muraglia di Pescara, posta in via Tiburtina, che presto cederà il passo alla strada.

Da lì partiranno i primi 180 metri del tratto iniziale, la carreggiata sarà larga 30 metri, con corsia ciclabile lato monte, in continuità con quella di via Orione e via Lago di Capestrano, per un primo ammontare di 1.700.000 euro, senza oneri per espropri, grazie ad un accordo che ha spostato le volumetrie dei possidenti nella parte adiacente. Qui sono stati bravi i nostri uffici, altrimenti avremmo dovuto preventivare la ulteriore somma di 900.000 euro e voglio ringraziare i proprietari Girolimetti e Cardelli da una parte e Lamante dall’altra.  Il secondo Pendolo, importo 3.500.000 euro, 2 dei quali serviranno per gli espropri, sarà di circa 420 metri, con le stesse modalità fino a San Donato.

L’opera è attesa perché aumenta la qualità della vita, consente di spostarci da nord a sud, avvicinando la zona universitaria, del Tribunale, delle carceri e le due periferie più popolose della città, ricollegandosi con i tratti realizzati e migliorando la mobilità e la vita di quanti abitano nelle stradine su cui oggi si riversa il grosso del traffico cittadino.

Strada Pendolo Pescara progetto

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara: dopo 20 anni di attesa sarà completata la Strada Pendolo

IlPescara è in caricamento